Venerdì, 23 Luglio 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

US Arezzo - I partecipanti all'asta fallimentare

La situazione è pesante, sia sul campo che fuori, ma non irrisolvibile. Anzi, se le azioni dell'Arezzo sul campo stanno notevolmente salendo, l'ottimismo nella nella sala dei bottoni, quella degli amministratori provvisori, cresce. Si andrà...

Ioffredi_Francario_USArezzo

La situazione è pesante, sia sul campo che fuori, ma non irrisolvibile. Anzi, se le azioni dell'Arezzo sul campo stanno notevolmente salendo, l'ottimismo nella nella sala dei bottoni, quella degli amministratori provvisori, cresce.

Si andrà prestissimo all'asta e chi vorrà aggiudicarsela dovrà accollarsi anche circa un milione di euro per concludere la stagione e più o meno la metà in fidejussioni bancarie riguardanti il passato e il presente.

Tutto ha un senso se il titolo sportivo dell'Arezzo, a fine campionato, sarà professionistico. Una retrocessione sul campo renderebbe lo sforzo fatalmente esagerato e probabilmente non conveniente.

Ma chi parteciperà al'asta?

Di certo, ormai, un gruppo di imprenditori associati che comprendono La Cava, coloro che fino a oggi sono stati rappresentati da Minetti e Anselmi, orafo aretino.

In questa compagine La Cava e Minetti (o chi per lui) avrebbero azioni per il 45,5% ciascuno, mentre Anselmi si limiterebbe al 10%. Nessuno toccherebbe l'1% di Orgoglio Amaranto.

Euronics manterrebbe il ruolo di sponsor esterno alla società insieme a qualche altro importante soggetto economico al momento ancora innominabile.

Si sa anche che a gestire le cose in società con questo gruppo arriverebbero Pieroni e Cardini, che assumerebbero ruoli più o meno formali da direttori, generale e sportivo. Sappiamo anche che il piano iniziale di gestione è di tre anni a partire dalla prossima stagione.

Non resta che sperare che tutto vada in porto, sul campo e fuori.

Si parla di

US Arezzo - I partecipanti all'asta fallimentare

ArezzoNotizie è in caricamento