Lunedì, 21 Giugno 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

un parcheggio icasticamente riqualificato...

Per molti anni lo spazio un tempo occupato dal chiostro di un monastero (poi bombardato durante la seconda guerra mondiale) accanto alla chiesa della Misericordia di Arezzo, in via Garibaldi, è stato destinato a parcheggio anonimo. Dall'estate di...

murales

Per molti anni lo spazio un tempo occupato dal chiostro di un monastero (poi bombardato durante la seconda guerra mondiale) accanto alla chiesa della Misericordia di Arezzo, in via Garibaldi, è stato destinato a parcheggio anonimo. Dall'estate di quest'anno, grazie all'intervento di un artista di strada, uno di quelli che utilizzano grandi muri piatti come tela per dipingere, il parcheggio ha cambiato volto e carattere. Può piacere o no quello che ne è risultato, ma di certo l'intervento ha impreziosito il luogo, che era davvero triste. C'è chi sostiene che si tratti di un murales orientaleggiante nelle forme e quindi poco adatto al centro di Arezzo, chi ne apprezza i colori vivaci in forte contrasto con l'aspetto precedente, chi si lancia in interpretazioni più o meno ardite. Io non mi spingerò oltre le mie conoscenze/competenze ed eviterò un giudizio sull'opera d'arte; faccio però notare come l'angolo più anonimo del centro di Arezzo ora non lo sia più, grazie a tre murales (un secondo è alla sinistra di chi guarda e un terzo nel parcheggio del piazzale della ex caserma Cadorna) non banali che si fanno guardare. Per una volta un angolo di Arezzo appare assimilabile a quelli che potevamo incontrare a Parigi, Amsterdam, Londra o New York. Buona, quindi, l'Icastica idea, indipendentemente dai risultati artistici ottenuti.

Si parla di

un parcheggio icasticamente riqualificato...

ArezzoNotizie è in caricamento