rotate-mobile
Storie a 4 zampe

Storie a 4 zampe

A cura di Nadia Frulli

Tyler, dopo una vita in salita è pronto per l'adozione. "Ma per i terrier tipo bull serve molta conspevolezza"

Il meticcio pit bull ha fatto un lungo percorso con una educatrice e adesso può essere accolto in una famiglia

Tyler è un meticcio pitt bull con un passato difficile. Ha avuto più proprietari ma oggi non ha una casa e nemmeno una famiglia. Da quando è approdato al canile di via della Cella, ha compiuto un lungo percorso. Al suo fianco ha trovato Elena, educatrice cinofila che lo ha accompagnato passo dopo passo. Così dopo un lungo lavoro è finalmente pronto per un adozione.

"Ovviamente - spiegano gli operatori Enpa - si tratta di un'adozione molto consapevole. Tyler diventa estremamente comunicativo ed affettuoso con chi riesce a instaurarci un rapporto sincero. E' adatto a chi ha ha già esperienza con cani impegnativi, ma non è opportuna la presenza di altri cani o gatti".

Quello dell'abbandono di terrier di tipo bull è un fenomeno che ha visto un forte incremento negli ultimi tempi. "Proprio per questo l'adozione di Tyler e quella di cani come lui deve essere particolarmente cosapevole. Perché si tratta di cani che richiedono molta dedizione e responsabilità. Si tratta di esemplari che vanno conosciuti a fondo: anche chi decide di prendere un cucciolo deve rendersi conto di cosa comporti questa scelta fin dall'inizio. Altrimenti il rischio è che i canili si riempiano di cani come il nostro Tyler". 

Tyler, dopo una vita in salita è pronto per l'adozione. "Ma per i terrier tipo bull serve molta conspevolezza"

ArezzoNotizie è in caricamento