rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Storie a 4 zampe

Opinioni

Storie a 4 zampe

A cura di Nadia Frulli

Arezzo Nord

Nuova distribuzione di cibo alle colonie feline: la consegna al canile municipale

Carlettini: "A dicembre sotto l’albero e ad aprile dentro all’uovo i gatti delle colonie feline trovano una quantità di cibo pari a 50mila pasti. Ed è la quarta volta che ne benficiano"

"Stiamo consolidando un ritmo importante, scandito dai periodi festivi per eccellenza del nostro calendario, Natale e Pasqua. Ma non solo: ricordo anche la distribuzione di alimenti avvenuta la scorsa estate. Dunque, a dicembre sotto l’albero e ad aprile dentro all’uovo i gatti delle colonie feline trovano una quantità di cibo pari a 50mila pasti. Ed è la quarta volta che ne benficiano".

Così l’assessore Giovanna Carlettini annuncia l’iniziativa che vedrà coinvolto ancora una volta il canile municipale: in quella sede, nel corso dei prossimi giorni, le custodi delle colonie feline, adeguatamente avvertite, potranno ritirare il cibo acquistato dall’amministrazione comunale in quantità proporzionale ai gatti censiti.

"Restiamo coerenti – ha proseguito Carlettini – con l’intento enunciato a inizio mandato: garantire diritti e benessere agli animali. In quest’ottica, abbiamo innanzitutto creato un nucleo specifico composto da due agenti della polizia municipale che continua nel suo eccellente lavoro contro maltrattamenti e abbandoni. In secondo luogo, ricordo la storica collaborazione con Enpa, il soggetto gestore del canile comunale. È qui che dal luglio scorso sorge anche la stanza di degenza dove vengono accuditi i gatti prima e dopo la sterilizzazione. Un ambiente che funziona molto bene, utile a esigenze di igiene pubblica, con adeguate gabbie dove gli animali sono custoditi per uno o due giorni, finché non risultano in salute, non riassorbono l’anestetico e possono tornare alle custodi delle colonie. In terzo luogo, voglio citare l’altrettanto proficua collaborazione instaurata con Oipa, anche a seguito del rinnovo della convenzione che disciplina le attività che le guardie zoofile riconosciute svolgono per il Comune. I volontari della onlus visitano periodicamente le colonie feline per verificarne lo ‘stato di salute’ e la consistenza o appurare tutte le necessità dei custodi e controllano la zona per la bonifica, posizionando cartelli di pericolo, quando avviene il ritrovamento di bocconi avvelenati".

Prossimo step, il rinnovo della concessione per il canile. "Pensiamo – ha concluso l’assessore – d’inserire nell’avviso pubblico previsto nel 2023, l’impegno per il futuro gestore ad ampliare lo spettro dei servizi di cure veterinarie che già garantiamo per i gatti delle colonie, per offrire loro il massimo benessere sotto ogni aspetto".

Si parla di

Nuova distribuzione di cibo alle colonie feline: la consegna al canile municipale

ArezzoNotizie è in caricamento