menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Storia di Athena, vagava all'Ipercoop: ma aveva due zampe paralizzate. Ora cerca una famiglia

La commovente storia della cucciola colpita da un parassita che causa una sintomatologia neuromuscolare. Autonoma e vivace, adesso fa fisioterapia e cerca una famiglia che la accolga

Athena ha lo sguardo dolce, il manto color del miele e tanta voglia di giocare. E' stata trovata mentre vagava due settimane fa nella zona dell'Ipercoop. Era priva di medaglietta e microchip. 

A soccorrerla sono stati volontari dell'Enpa che immediatamente hanno capito che la cagnolina aveva bisogno di aiuto.

"Il nostro operatore - spiega l'Enpa - si è accorto subito che la cucciolotta presentava un problema alle zampe posteriori così l’ha portata dal nostro veterinario". Dopo visite, radiografie e analisi del sangue specifiche è arrivata la diagnosi: Athena era affetta da neosporosi.

"È una malattia generata da un parassita - spiegano gli operatori dell'Enpa - non è assolutamente comune qui da noi, quindi chissà quale sia la storia di questa povera cagnolina. Di fatto, se presa in tempo può bastare anche un ciclo di antibiotici per far guarire l’animale, Solo che quando abbiamo trovato la piccola Athena la situazione era già abbastanza grave. La neosporosi è caratterizzata da una sintomatologia neuromuscolare che di solito provoca una paralisi delle zampe posteriori. E Athena adesso si trova in questa condizione".

I volontari dell'Enpa hanno subito iniziato la terapia antibiotica e la fisioterapia prescritta dal veterinario.  Athena fa due sedute a settimana.

"È una bellissima cucciola di circa quattro mesi di taglia media. E' vivace, affettuosa, giocherellona e con una gran voglia di vivere. Sarebbe bellissimo trovarle una famiglia disposta ad amarla e a prendersi cura di lei. Se lo merita".

Athena è autosufficiente,  sta in piedi, cammina e, a suo modo corre. La speranza è che la fisioterapia la aiuti a recuperare un po’ di mobilità alle zampe posteriori. E con l'amore di una famiglia le sue condizioni non possono che migliorare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento