Martedì, 27 Luglio 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

Una squadra di cui essere orgogliosi

L'Arezzo è tornata a vincere contro una delle prime in classifica. Ma non è tanto l'avversaria di turno a essere importante, quanto il fatto che la squadra di Pavanel abbia potuto allenarsi per un'intera settimana tra un incontro e l'altro, dopo...

ArezzoPisa29

L'Arezzo è tornata a vincere contro una delle prime in classifica. Ma non è tanto l'avversaria di turno a essere importante, quanto il fatto che la squadra di Pavanel abbia potuto allenarsi per un'intera settimana tra un incontro e l'altro, dopo l'assurda serie di 8 partite in 24 giorni.

Moscardelli non è ancora al 100% (anche se è stato decisvo), ma tutta la squadra è tornata a girare bene, con una condizione fisica in crescendo, personalità e determinazione.

Finalmente da ora in poi tutto il gruppo amaranto avrà una società alle spalle. Il Presidente La Cava, il direttore Pieroni e il socio di minoranza Anselmi, stanno già lavorando per il futuro mentre si preoccupano di far sentire alla squadra la presenza di una società che i ragazzi non avvertivano da mesi.

A Carrara, per l'ultima di campionato, sarà dura avere la meglio ed è possibile che una vittoria non garantisca la salvezza diretta nonostante i 52 punti finali totalizzati sul campo. Occorrerà contemporaneamente che il Prato faccia un punto in meno dell'Arezzo nel suo incontro con un Siena che ormai è secondo in classifica senza la possibilità di cambiare posizione.

In realtà c'è un'altra speranza, cioè quella che la giustizia sportiva sia equa e restituisca all'Arezzo anche un solo punto dei 15 di penalizzazione comminati nel corso della stagione. Non si è mai vista una penalizzazione del genere... In quel caso agli uomini di Pavanel basterebbe fare lo stesso risultato del Prato per distanziarlo di nove punti e salvarsi direttamente.

E' sempre triste pensare a cosa sarebbe potuto essere l'Arezzo se il Mister fosse arrivato dall'inizio (come avrebbe voluto l'allora DS Gemmi) e avesse potuto contare su una società normale... Ma l'eventuale salvezza sportiva, nelle condizioni date, sarebbe un grande successo per la città, Orgoglio Amaranto e la nuova società in primis. Occorre ricordare che senza anche una sola di queste componenti l'Arezzo avrebbe chiuso i battenti durante il campionato. E se malauguratamente dovessero essere Play Out, siamo certi che la squadra potrebbe disputarli con una grande spinta data dall'ambiente che saprà sostenerla fino all'ultimo.

Forza Arezzo!

Si parla di

Una squadra di cui essere orgogliosi

ArezzoNotizie è in caricamento