Enrica Cherici

Opinioni

Enrica Cherici

Giornalista ArezzoNotizie

Il 17 giugno è l'occasione giusta per il ritorno del consiglio comunale in presenza

La sede comunale dell'auditorium ad Arezzo Fiere è perfetta per mantenere le distanze vista la grande capienza di persone che ha. Di fatto sono aperti teatri, cinema e anche i ristoranti al chiuso

Il consiglio comunale in forma aperta si terrà on line o in presenza? E' auspicabile che il presidente del consiglio comunale Luca Stella riesca a organizzarlo in maniera tradizionale. Ormai i contagi lo permettono, visto anche che la Regione Toscana è sulla soglia per entrare addirittura in zona bianca. E anche a dirlo 'consiglio comunale aperto ma a distanza'  suona male.

Nei mesi di diffusione del contagio, della prima e della seconda ondata, i sistemi di connessione a distanza hanno permesso di mandare avanti la vita amministrativa e i lavori degli organi di rappresentanza democratica. Ormai da 13 mesi il consiglio comunale di Arezzo si riunisce a distanza, il confronto avviene attraverso la piattaforma di streaming, il voto delle delibere con lo strumento Eligo e i cittadini possono seguire dal canale Youtube del Comune di Arezzo.

Bene, ma come abbiamo detto qualche mese fa per la Dad nelle scuole, è l'ora di dire basta. I contagi sono molto scesi, sono addirittura aperti i ristoranti al chiuso a pranzo e a cena, come alcune forze politiche hanno chiesto a gran voce, e gli aspetti negativi di mantenere il consiglio comunale a distanza stanno superando quelli positivi. 

Nei corridoi di Palazzo Cavallo, anche in quelli virtuali, pare che ci siano discussioni in corso e quindi una decisione dovrà essere presa a breve. L'occasione del consiglio comunale aperto del 17 giugno, con la presenza di interlocutori delle categorie economiche ad esempio, sarebbe perfetta per il ritorno in presenza. E non farlo sarebbe davvero poco comprensibile. 

Era il 22 ottobre scorso quando ci fu l'insediamento del nuovo consiglio comunale, l'unico in presenza dell'ultimo anno. Fu fatto proprio all'auditorium di Arezzo Fiere che è di proprietà del Comune ed è gestito dalla Fondazione Guido D'Arezzo. Tutto filò liscio.

In quello stesso giorno in provincia di Arezzo si contavano 109 nuovi casi di contagio di cui 72 nel comune di Arezzo. Uno scenario ben diverso da quello attuale, per fortuna. Basterà rispettare le normative anti-Covid previste in ogni luogo e ormai entrate nelle abitudini di tutti. Ne beneficeranno i cittadini, il dialogo tra gli stessi consiglieri comunali, ne beneficerà il clima della politica e di conseguenza la città. Ne beneficeranno anche coloro che il consiglio comunale lo devono raccontare per riportare ai cittadini le notizie che da lì derivano.

Si parla di

Il 17 giugno è l'occasione giusta per il ritorno del consiglio comunale in presenza

ArezzoNotizie è in caricamento