"Sicuro, come un bonifico di Matteoni"

Ad Arezzo è già divenuto un modo di dire. Il disastro (sportivo) che si è materializzato in queste ore nell'US Arezzo non nasce certo oggi, ma il protagonista ultimo della vicenda è stato certamente il maggior bugiardo che abbia mai potuto...

Matteoni_spumante

Ad Arezzo è già divenuto un modo di dire. Il disastro (sportivo) che si è materializzato in queste ore nell'US Arezzo non nasce certo oggi, ma il protagonista ultimo della vicenda è stato certamente il maggior bugiardo che abbia mai potuto fregiarsi del ruolo di presidente della maggiore società sportiva e calcistica aretina. In soli due mesi le ha sparate così grosse (ultima quella della presunta esistenza di un fondo inglese acquirente del 42% delle quote societarie) e così ripetutamente, Marco Matteoni, che la presunta certezza (asserita fino alla immediata vigilia) del pagamento degli stipendi dei dipendenti della società, è divenuta un modo di dire.

- Mi presti un Milione di Euro?

- Sicuro, come un bonifico di Matteoni...

oppure:

- Il responsabile dei disatri di Banca Etruria è il babbo della Boschi.

- Certo, come un bonifico di Matteoni...

e via di questo passo.

Non si può non scherzare con amarezza sulla questione US Arezzo, anche se non si può tacere che quello che è accaduto è grave per gli sportivi aretini (presi in giro come fossero dei mentecatti, insieme all'amministrazione della città), ma sopratutto per le decine di dipendenti della società amaranto, che a questo punto vedono il fallimento dell'Arezzo come molto probabile, con tutte le conseguenze del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ho l'impressione che sui passaggi di proprietà (veri? Presunti?), il bilancio e i pagamenti dell'ultimo anno (più che altro mancati), possano/debbano posarsi gli occhi della procura aretina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento