menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dov’è il macho? Quando la passione sembra spenta: i consigli per riaccenderla

Anche gli uomini nascondono nel proprio intimo quel buco nero che può invadere la loro vita relazionale affettiva, soprattutto in alcuni frangenti

Non riesci a prendere sonno, ti giri e rigiri nel letto come se fossi sopra un tappeto di spine. Lo guardi, sospiri, avevi immaginato ma solo immaginato perché la verità alla fine della fiera è un’altra. Cosa assolutamente impensabile, perché lui è ricco, ha successo, è simpatico, sa porsi bene in ogni situazione, fa il piacione, tutto sommato non è nemmeno male eppure a letto è una vera delusione! Non ti è mai capitato prima, anche perché hai deciso di divertirti e investire il tuo tempo nella carriera così sorvoli sulle relazioni serie concedendoti qualche divagazione mordi e fuggi. Hai sempre fatto scelte giuste ma questa volta proprio la cosa è naufragata in un mare di sorpresa tra l’incredulo e l’assurdo. 
Sei stata conquistata dal fascino travolgente delle sue svariate qualità, sembrava l’uomo perfetto arrivato al momento giusto, tuttavia scopri che non è poi così tanto perfetto. Non è perfetto nemmeno per una notte di sesso sfrenato come piace a Samantha Jones.
Come un fulmine nel cielo estivo, uno squarcio ha rotto l’incantesimo e ti se bruscamente accorta della cruda realtà!
Mentre fa l’amore preso dalla passione, almeno così lui fa pensare con il suo atteggiamento coinvolgente, dopo poco qualcosa accade, lui viene assalito da mille dubbi e paure, così che la passione che ha innescato l’intimità si sbriciola rapidamente.
La meravigliosa performance che prometteva bene si smonta come se fosse un castello di sabbia. Appare fragile, insicuro, poco reattivo, insomma una delusione totale. Come è possibile? Cosa si fa difronte a tutto questo? Tanto più che in questo tempo della sua vita ha pure perso quel fascino seduttivo che vi ha fatto incontrare con gli occhi quella sera a casa di amici.
Non solo le femminucce hanno problemi ma anche gli uomini nascondono nel proprio intimo quel buco nero che può invadere la loro vita relazionale affettiva, soprattutto in alcuni frangenti. Eppure, era solo un incontro di sesso, non avrei chiesto nulla di più? Ti ripeti incessantemente senza trovare la giusta risposta al tuo quesito. 
Dov’è finito l’uomo, tutto sesso e conquiste?  
Spesso gli uomini, giovani e meno giovani, si confrontano vantando le loro performance di amatori quando in realtà soffrono di ansia da prestazione oppure semplicemente nell’intimità non sono poi un granché! Non hanno fantasia, consumano l’incontro rapidamente sempre allo stesso modo come se dentro di loro viaggiasse l’idea che “prima si finisce meglio è”!
Così l’incontro di sesso al fine settimana dove doveva essere un fuoco d’artificio dietro l’altro risulta essere una sveltina di qualche minuto e poi “fine!”. Direi “è la fine!”.
Meno male il prossimo fine settimana si cambia registro, ti dici mentre non vedi l’ora che il bel fisicaccio lasci il tuo letto. 
Dietro a questa situazione cosa può nascondersi? Sicuramente molta insicurezza. Accade che l’individuo sia avvolto da una cortina di veri e propri complessi che, allontanando dalla realtà, compromettono in maniera significativa i momenti d'intimità. 
Le relazioni possono terminare per mancanza di sesso giusto e soddisfacente?  
Difronte a una situazione così cosa fare?  Per una serata di sesso bollente la cosa si risolve con facilità, il problema se questa situazione si ritrova anche nella relazione di coppia. In coppia può essere un problema serio, molto serio!
Ci sono paure e i timori sul sesso che popolano la testa degli uomini tanto da diventare una vera e propria trappola laddove per vari motivi c’è un periodo, diciamo così, di “calo”. L’uomo ha in sé la credenza che la virilità sia solo espressa da erezioni eterne, prestazioni lunghissime, rapporti da manuale tantra. Chi non soddisfa questi punti è normale cada in crisi. Il tono del desiderio ha un andamento ciclico, a volte si alza altre volte si abbassa, per effetto vari fattori sia interni sia esterni.

Per cui di conseguenza anche l’eccitazione ha un aspetto legato all’età anagrafica del soggetto. A diciotto anni ha una tipologia di espressione che di certo non potrà mai averla a cinquanta!
Lo stress può essere un fattore significativo di poco coinvolgimento e mancanza di desiderio. Per cui se siete stressati o passate un momento faticoso non avventuratevi in notti fatte di sesso quando ben sapete che potete ritrovarvi in situazioni spiacevoli. Primo passo concentratevi su altro, fate analisi, sbrogliate lo stress e poi dedicatevi al sesso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento