Psicodialogando

Opinioni

Psicodialogando

A cura di Barbara Fabbroni

Da anni coltiva la passione per la scrittura. È psicologa, psicoterapeuta, giornalista. Oltre a numerosi saggi premiati con premi letterari prestigiosi (ricordiamo solo alcuni: premio per la saggistica Cesare Pavese e Tagete), articoli scientifici pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali di psicologia, scrive da anni romanzi. Il romanzo “Coach in Love” è stato premiato al Festival del Cinema di Taormina, lo stesso sarà un film. Da più di sei anni presta la sua penna a Magazine Nazionali di prestigio con le sue rubriche settimanali che riscuotono un significativo successo. Negli ultimi anni è altresì penna attenta e al tempo stesso profonda per interviste esclusive a Vip Nazionali e Internazionali. Volto noto in programmi televisivi come LA7, La vita in Diretta, La vita in Diretta estate, Storie Italiane, su Rai Uno si interessa di moda ed è opinionista e giornalista

Psicodialogando

E' normale litigare in amore? Gli 8 consigli per gestire il confronto di coppia

La psicoterapeuta Barbara Fabbroni spiega quali sono i giusti approcci per mantenere viva e sana una relazione quando ci si trova di fronte a un conflitto tra i partner

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello (immagine tratta dalla pagina facebook SoloGossip.it)

Nel 1970 Jimmy Fontana cantava: “L’amore non è bello se non è litigarello! L’amore non è bello senza qualche batticuore”, sottolineando che in ogni coppia esiste il litigio. Chi non ricorda i conflitti nella straordinaria coppia nella vita e nella fiction Vianello-Mondaini? Loro hanno saputo dar vita a uno spaccato di quotidianità che rispecchiava un vissuto comune, fatto di piccoli rimbrotti, litigi per il nulla, gelosie, battute più o meno pungenti nella relazione di coppia. Con la loro simpatia e ironia, sono riusciti a far comprendere che la vita di coppia ha le sue perturbazioni e che un litigio, se ben vissuto, può solo essere estremamente costruttivo.

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello hanno fatto dei loro litigi la fortuna dei loro spettacoli. Catturavano il pubblico, intrattenuto dalle gelosie spropositate di lei e dai maldestri tentativi di lui di piacere alla bellona di turno; al tempo stesso portavano nelle case degli italiani un insegnamento importante: il confronto è costruttivo. Sono riusciti a entrare nella vita delle persone con eleganza e garbo, trattando un tema scottante e delicato.

Il conflitto “sano”, si sa, è un aspetto naturale; aiuta la conoscenza dell’altro e a sviluppare l’intimità, in quanto perché permette di conoscere meglio sé stessi e il partner, con i rispettivi bisogni, stimoli e motivazioni.

E poi lo dice la scienza: “le coppie che si amano davvero sono quelle che litigano di più”. I bisticci d’amore sono un toccasana per l’armonia di coppia. Allora, se vogliamo essere felici, non ci resta che litigare. L’importante è che sia un conflitto pacifico. Le discussioni servono a confrontarsi e capire cosa bisogna fare per migliorare il rapporto, per continuare a costruire una relazione soddisfacente e nutritiva senza sgradevoli battute di coda, dove uno dei partner cerca conforto altrove. Ecco, questo sarebbe un gran pasticcio. Molte coppie, incapaci di confrontarsi, cadono proprio in questo.

I litigi della sorprendente Bridget Jones con il suo adorato Mark sono tra i più simpatici e seducenti, invitano non solo a sorridere ma anche a riflettere.

Regina degli splendidi anni 2000 è senz’altro la bella Carrie Bradshaw che, in “Sex and the City”, ci coinvolge nei suoi litigi d’amore con il suo fidanzato Big. Tra alti e bassi, è una storia d’amore esilarante che fa comprendere quanto un litigio sia al tempo stesso adrenalinico e costruttivo, affossi o stimoli a prendere decisioni importanti. La scarica emotiva è così intensa da richiamare una moltitudine di recettori che stimolano la chiarezza e la voglia di trasparenza. Tirare fuori il rospo aiuta a non tenere sospesi che possono diventare vere e proprie bombe a orologeria nella coppia.

Tuttavia, in una relazione è importante avere il coraggio di esprimere il proprio sentire a chi si ama, anche se è contrario a quello che prova l’altro. Ingoiare, far finta che, sopportare a lungo senza reagire, condurrà, prima o poi, a scoppiare, farà saltare i nervi anche al più paziente del pianeta.

Essere sinceri e imparare a confrontarsi l’un l’altra è la ricetta per un rapporto vincente e duraturo. La trasparenza e la sincerità vincono su tutto!

Come si fa a non far scoppiare un forte litigio durante un confronto mite che si preannuncerebbe costruttivo?

Qualche consiglio per imparare a trarre beneficio dal confronto

  1. Non perdere mai la calma. Conosciamo il partner, sappiamo la sua esperienza di vita, le sue ferite, cerchiamo di non alimentarle e troviamo la strada migliore per non dare modo ai suoi trascorsi di inquinare la vita insieme.
  2. Il rispetto prima di tutto. È fondamentale aver cura dell’altro e rispettare i suoi bisogni, dar voce alle sue aspettative, non soffocare le sue motivazioni, né affondare i suoi stimoli.
  3. Chiedere scusa. In un confronto non sempre una persona ha ragione. Se durante la discussione uno dei due si rende conto del suo errore di valutazione è importante chiedere scusa. Non significa essere più debole, anzi mostrerà al partner che è importante.
  4. Lasciare il passato nel passato, altrimenti invade il presente impedendo il futuro. Questo è aspetto fondamentale in una coppia. Il passato è qualcosa che va ben riposto nella scatola della memoria. Riportarlo a galla è controproducente e può solo acutizzare le piccole incomprensioni o gelosie che possono esserci (non dimenticate che molti vengono da esperienze di ex precedenti, spesso con figli e qualcuno da mantenere). È difficile, perché spesso il passato riaffiora senza che ce ne accorgiamo. L’importante è bloccarlo subito e non farsi prendere la mano. Rimanere nel qui e ora è essenziale per dare forza alla relazione e alla crescita di entrambi.
  5. Non permettere a terzi di entrare nelle tue faccende di coppia. Coinvolgere altre persone nei litigi è sempre controproducente. Fa sentire uno dei due isolato e messo al tappeto, un po’ sotto giudizio. Nelle relazioni di coppia non si può giocare al tribunale, questo è assolutamente deleterio. Ognuno deve dare il meglio di sé per superare il conflitto. La coppia si fa assieme ed entrambi sono artefici della costruzione di questa relazione.
  6. Non essere accomodante o perderai interesse per il partner. A forza di farsi andare bene tutto, anche le cose che non si digeriscono, si rischia di essere annoiati dal compagno. È anormale che una persona abbia esattamente gli stessi interessi, gli stessi pensieri, le stesse voglie dell’altro. Questo è un conflitto inespresso molto pericoloso, alimenta sospesi profondi fintantoché poi non scoppia la bomba.
  7. Non lamentarti sempre, agisci! Lamentarsi in ogni situazione, non avere stimoli per nessuna cosa, essere sempre critica per le altrui scelte conduce a incrinare il rapporto. Non solo fa esplodere conflitti intensi che conducono in un circolo vizioso, ma crea anche rotture significative. L’altro percepisce una costante e continua svalutazione, come se alla base ci sia il rifiuto del suo essere persona. È una dinamica sottile che se non ben gestita provoca separazioni.
  8. Non perdete l’occasione di amare e essere amati, così come non dovete modellarvi secondo ciò che l’altro si aspetta. Ognuno ha la sua individualità e l’amore vero ama i limiti del partner, non li demolisce. Per amarsi, l’unica via è il confronto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' normale litigare in amore? Gli 8 consigli per gestire il confronto di coppia

ArezzoNotizie è in caricamento