rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Psicodialogando

Opinioni

Psicodialogando

A cura di Barbara Fabbroni

La vita è un cammino in avanti, non una fermata nel passato. Come dimenticare l'ex

Ci sono persone che cercano l’ebrezza di un nuovo amore senza perdere del tutto il vecchio. La nuova puntata della rubrica Psicodialogando di Barbara Fabbroni

C'è una sorta di sindrome che travolge alcune coppie quando passano a essere ex. Vivere accanto a un uomo o una donna importante porta con sé non solo vantaggi, ma anche tante fatiche che restano appiccicate addosso per sempre.

Per fare un esempio celebre: Romina Power, ancora cattura l’interesse di Al Bano tornando prepotentemente nella sua vita. C’è da chiedersi se il loro rapporto si sia davvero concluso anni fa oppure abbia solo preso una pausa.

Se ben guardiamo, Romina da sempre è legata ad Al Bano, nonostante la loro dolorosa separazione. Tant’è che il tempo ha confermato questo legame facendoli ritrovare sul palco e, a onor di gossip, non solo. Il fascino americano della bella Romina ha catturato il grande pubblico sin da quando lei e Al Bano cantavano e recitavano; la loro storia d’amore ha riempito pagine e pagine di notizie, come se gli spettatori vivessero a stretto contatto con la loro vita. Così, in questa storia lunga tutta una vita, Romina è sì l’ex di Al Bano, ma anche Al Bano è l’ex di Romina. Qui la situazione si fa un po’ più intricata. Entrambi sono legati l’uno all’altra nonostante le divagazioni e i nuovi progetti familiari.

Il ritorno di fiamma viene più volte smentito, anche se si passa il Natale con Loredana e poi si corre da Romina, sotto gli occhi di tutti. Che dire quando poi la mamma novantaseienne di Al Bano ama la prima nuora, ma snobba la seconda moglie?

Tuttavia, tra ex i confini sono importanti, soprattutto quando ci si avvia verso una nuova relazione, così come è indispensabile non portarsi appiccicato il sigillo dell’ex solo perché - nei casi vip - è un personaggio che cattura di più la fantasia e l’attenzione del grande pubblico.

Spetta al nuovo compagno o alla nuova compagna far sì che l’altro non abbia appiccicato il marchio di un ex ingombrante. La persona nuova dovrà stabilire la soglia da non oltrepassare, costruire una nuova atmosfera accattivante (se sono personaggi pubblici), così che l’ex possa tramontare e lasciare spazio al nuovo. Tutto questo necessita di sicurezza sia in sé stessi, sia nel nuovo legame. Restare intrappolati nel ricordo di essere “l’ex di”, certo non aiuta e stimola il progetto di una nuova relazione.

Un conto è un’ex moglie tradita e arrabbiata, altro è una storia finita perché non c’era più l’amore o perché uno dei due è stato travolto da una passione irrefrenabile verso il nuovo amore.

Più che un legame significativo che non stenta a concludersi, per alcuni personaggi pubblici credo che resti la narrazione fantastica che s’annida nell’immaginario collettivo. Così lo spettatore idealizzando un personaggio lo rende assolutamente perfetto, intoccabile; il contorno fa solo parte di un percorso ma al centro di tutto c’è quella persona.

Per una ex ingombrante c’è sempre un lui che le permette di esserlo. E viceversa, questo non va scordato.

Ci sono persone che cercano l’ebrezza di un nuovo amore senza perdere del tutto il vecchio. Così il grande pubblico può pensare a ipotetici ritorni di fiamma e, perché no, all’apertura di una nuova convivenza.

Di fronte a tutto questo, che fare? Direi di non arrendersi mai e non sentirsi un passo indietro all’altro. Ogni persona è perfetta e affascinante esattamente così com’è, con i suoi lati imperfetti e la sua creativa presenza nel mondo.

L’ex è solo un modo per non sentire il vuoto. Lasciate che la vita vi avvolga. La vita è un cammino in avanti, non una fermata nel passato.

La vita è un cammino in avanti, non una fermata nel passato. Come dimenticare l'ex

ArezzoNotizie è in caricamento