Psicodialogando

Psicodialogando

La fedeltà nell'epoca dell'amore 2.0

"La fedeltà è una virtù che la maggior parte delle persone non seguono, lasciando andare le emozioni alla prima folata di nuovo senza tener conto del resto della loro vita"

Quanti restano fedeli al loro amore. La fedeltà non appartiene solo agli anni passati, dove le donne dovevano solo curare il focolare domestico, accogliere al meglio il marito e aver cura dei figli. Nessuna distrazione era ammessa tanto che loro vivevano una vita dedicata all’uomo che avevano sposato. Al contrario i mariti potevano dedicarsi alle evasioni, una trasgressione qua e là e poi di corsa a casa. 
Eppure, nell’epoca dell’amore 2.0, dove tutto diventa fluido e inafferrabile la fedeltà sembra, per i più, essere andata ai confini del nulla. 
Si dice che l’amore, anche il più profondo e intenso, ha, a volte, inciampi. La cosa certo non rende molto felici. Il meraviglioso sogno d’amore arriva a un bivio, dove tutto diventa scuro e le stelle luminose della Love Story diventano fulmini e saette. 
Vi domande: come può essere? Non è possibile? 
Eppure, è così! La fedeltà è una virtù che la maggior parte delle persone non seguono, lasciando andare le emozioni alla prima folata di nuovo senza tener conto del resto della loro vita. Il poliamore ne è un esempio, amare più persone mantenendo in essere più relazioni non certo rientra nella categoria fedeltà, anche se i poliamorosi sono i primi a dichiararsi fedeli. 
Forse è cambiata anche la definizione di fedeltà?  
Vi siete mai chiesti perché essere fedeli è così importante? 
La fedeltà ha un discorso ampio e variegato anche se poi, alla fine, ha basi semplici ed essenziali. Tradire l’altro in primo luogo è tradire sé stessi, non portare rispetto alla scelta fatta, non avere il coraggio di guardare in faccia l’altro evitando di confrontarsi esprimendo il proprio disagio. Si fa prima a tradire, con una serata folle, dove si cerca di dimenticare le preoccupazioni e i problemi. 
Perché si tradisce? Cosa spinge ad andare oltre il limite pur sapendo che vivi una relazione stabile? 
Si tradisce per rompere la routine continua, per esorcizzare la paura di invecchiare, e si tradisce, nella maggior parte dei casi, per non affrontare le macerie di un matrimonio giunto al capolinea. Alla luce di questo chi è il traditore?
Viene da pensare che il traditore sia un disperato alla ricerca dell’isola che non c’è, mentre la fedele è una persona che ha un equilibrio e un’integrità interiore molto radicata. Sarà davvero così? Oppure alla base c’è solo il gusto di cambiare atmosfera per qualche ora? Come dire: adesso mi faccio una serata di piacere e sesso poi torno alla base sicura! Chissà? Dovremmo intervistare e comprendere il punto di vista di tutti i traditori seriali e non solo.
La fedeltà all’altro presuppone la consapevolezza di sé, delle proprie aspettative, dei propri bisogni, dei propri progetti, tutti ingredienti che se ben nutriti danno felicità. Chi è fedele non è una persona bigotta incarcerata in mille pregiudizi, non si accomoda in una situazione solo perché non ha il coraggio di cambiare, bensì combatte con tutta la propria forza curando l’amore, proteggendolo, stimolando esperienze nuove e arricchenti, costruendolo con pazienza e devozione giorno dopo giorno.  
Per restare fedeli non c’è nessuna ricetta ma solo la capacità di mantenere vivo e fresco un legame d’amore. L’amore si sa ha bisogno di un progetto, di una volontà, di un impegno, di una condivisione che non è da tutti sapere costruire e alimentare.
Una persona fedele è una persona felice, equilibrata, sicura, certa del percorso da intraprendere giorno dopo giorno, non si perde nelle mille declinazioni del richiamo delle Sirene, sta ferma e sicura nel mondo che ha scelto di abitare. Credete che possiamo dire lo stesso di una persona che per sua natura tende a tradire? 
C’è da dire che: se trovi l’anima gemella, l’amore può durare (anche a Hollywood).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Psicodialogando

Da anni coltiva la passione per la scrittura. È psicologa, psicoterapeuta, giornalista. Oltre a numerosi saggi premiati con premi letterari prestigiosi (ricordiamo solo alcuni: premio per la saggistica Cesare Pavese e Tagete), articoli scientifici pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali di psicologia, scrive da anni romanzi. Il romanzo “Coach in Love” è stato premiato al Festival del Cinema di Taormina, lo stesso sarà un film. Da più di sei anni presta la sua penna a Magazine Nazionali di prestigio con le sue rubriche settimanali che riscuotono un significativo successo. Negli ultimi anni è altresì penna attenta e al tempo stesso profonda per interviste esclusive a Vip Nazionali e Internazionali. Volto noto in programmi televisivi come LA7, La vita in Diretta, La vita in Diretta estate, Storie Italiane, su Rai Uno si interessa di moda ed è opinionista e giornalista

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento