Lunedì, 15 Luglio 2024
Motori

Motori

A cura di Enrico Meacci

BLOG | Evviva la moto! Ma occhio ad avere le protezioni. Ecco quelle obbligatorie

C'è chi in modo assolutamente sconsiderato inforca la moto in ciabatte, bermuda e maglietta. Niente di più sbagliato e pericoloso

Nonostante i capricci di questo inizio d'estate ancora un pò incerto fra temporali e sole caldo, la voglia di andare in giro in sella alla nostra due ruote si fa sempre più pressante.

Troppo spesso però mi capita di vedere aspiranti motociclisti o scooteristi che, senza il minimo buon senso, vanno in moto senza indossare le necessarie protezioni, in grado di proteggerli in caso di caduta. C'è chi in modo assolutamente sconsiderato inforca la moto in ciabatte, bermuda e maglietta. Niente di più sbagliato e pericoloso. Ricordatevi infatti che l'asfalto è particolarmente abrasivo e per questo può farvi molto male.

L'utilizzo delle protezioni quando si è in sella ad una moto ma anche ad uno scooter è un presidio di sicurezza assoluto e indispensabile, tanto per il conducente quanto per il passeggero. Dunque tra le protezioni obbligatorie oltre al casco, bisogna indossare un abbigliamento tecnico adeguato composto in primis da un buon paio di guanti da moto, oltre a pantaloni e giacca con al loro interno le giuste protezioni. Per le moto di maggiore potenza è richiesto anche il paraschiena.

Protezioni in moto: gli obblighi

Il casco aperto o integrale è la sola protezione obbligatoria richiesta dal codice della strada per i motocicli con potenza inferiore agli 11 Kv. Fra gli 11 ed i 25 Kv sono invece richiesti il casco integrale, i guanti e la giacca tecnica per proteggere spalle e gomiti. Se la potenza è compresa fra 25 e 52 Kv servirà in più anche il paraschiena. Infine se la moto supera i 52Kv di potenza sono richieste anche protezioni ad hoc per gambe e ginocchia.

I consigli

E' importante divertirsi in moto con consapevolezza, nel pieno rispetto della vita propria e di quella degli altri, sempre attenti alle disposizioni del codice della strada e non di meno adeguandosi al buon senso. Ricordiamoci sempre che la strada è di tutti.

Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sui presidi di sicurezza da indossare in moto, dopo avere letto questo articolo, vada a vedersi i video che circolano in rete sulle campagne a favore della sicurezza stradale per i motociclisti e sulle conseguenze in caso di sinistro per coloro che scioccamente non li hanno indossati. Finire a terra e strusciare per alcuni metri sull'asfalto può avere conseguenze davvero inimmaginabili.

Controllate infine prima dell'acquisto che vi sia la necessaria omologazione su ogni singolo accessorio.

L'ultimo consiglio è quello di scegliere con calma tutti i presidi di sicurezza e per questo l'invito è quello di provare ad indossare nei negozi specializzati di accessori e abbigliamento per moto, tutto quel che serve per la Vostra sicurezza, dal casco ai guanti, compreso pantaloni e giubbotto con protezioni, perché vi risultino comodi e adatti alla vostra forma fisica.  Il casco in particolare integrale sarà in grado di assicurare una maggiore protezione non solo alla testa, ma anche alla bocca e al volto, rispetto ai modelli jet e quindi migliore per prevenire traumi facciali.

A questo punto, gas, si parte, ma sempre con giudizio.

Buona divertimento e buona guida a tutti.

Si parla di
BLOG | Evviva la moto! Ma occhio ad avere le protezioni. Ecco quelle obbligatorie
ArezzoNotizie è in caricamento