Venerdì, 30 Luglio 2021
Motori

Opinioni

Motori

A cura di Enrico Meacci

Nato ad Arezzo nel 1972 è laureato in giurisprudenza, avvocato, funzionario pubblico. Da sempre grande appassionato di automobilismo e di automobili. Membro del ruolo dei Periti e degli Esperti della Camera di Commercio di Arezzo per autoveicoli ed autocarri.

Motori

Arezzo Notizie Motori - Guidare è una cosa seria, niente distrazioni

Secondo quanto riferito dall'ISTAT nel 2017 ci sono stati 174.933 incidenti stradali con lesioni a persone. Il costo sociale di questa tragedia e' altissimo: 19,3 miliardi di euro, che equivalgono a più di un punto di PIL. I morti sono stati 3.378...

incidente-san-giuliano-2
Secondo quanto riferito dall'ISTAT nel 2017 ci sono stati 174.933 incidenti stradali con lesioni a persone. Il costo sociale di questa tragedia e' altissimo: 19,3 miliardi di euro, che equivalgono a più di un punto di PIL. I morti sono stati 3.378. Una strage. L'anello debole della catena continuano ad essere, come sempre sostenuto anche da Arezzo Notizie Motori, pedoni, bambini e ciclisti. A loro in particolare è necessario prestare attenzione favorendo l'introduzione di nuove norme che ne tutelino l incolumità. Abbiamo detto nei giorni scorsi dell'esigenza prioritaria di introdurre come obbligatorio il seggiolino anti abbandono del bimbo in auto. In questo modo si eviterà il terribile fenomeno delle morti per asfissia sotto la calura estiva per dimenticanza dei genitori Dei figli in macchina. In proposito i ministeri dei trasporti, della salute e degli interni, insieme con i medici pediatri, e con la collaborazione della polizia stradale, hanno da poco varato una efficace campagna di sensibilizzazione mediatica sul fenomeno. Basta cliccare su un qualsiasi motore di ricerca "Bimbi in auto: vision zero" per essere adeguatamente informati e diffondere le buone prassi per un corretto e sicuro trasporto dei nostri figli in auto. Sono infatti troppi i bambini che ogni anno perdono la vita in sinistri stradali, oppure che riportano lesioni anche gravissime permanenti. La campagna mediatica avviata serve proprio a rendere più consapevoli genitori, nonni e tutti coloro che a vario titolo trasportano i più piccoli in auto, sul corretto uso dei seggiolini e delle cinture di sicurezza. Nel sistema di prevenzione generale per la sicurezza stradale non devono essere dimenticati i ciclisti. C'è un pacchetto di norme allo studio del ministero dei trasporti che prevederebbe più chiari itinerari di piste ciclabili, la possibilità per le bici di circolare anche nelle corsie preferenziali o nelle strade riservate al trasporto pubblico locale nei centri urbani, dove sussistono le condizioni di sicurezza idonee. Il tutto per tutelare ancora di più la vita dei ciclisti. L'anno passato infatti 254 ciclisti hanno perso la vita in incidenti stradali. Questo non deve più succedere. Noi automobilisti dobbiamo collaborare meglio e di più evitare questo triste fenomeno. Occhio alla guida, niente telefonino quindi, e al bando ogni distrazione. Guidare è una cosa seria. Buona guida a tutti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo Notizie Motori - Guidare è una cosa seria, niente distrazioni

ArezzoNotizie è in caricamento