rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Libriamoci

Libriamoci

A cura di Gabriele Grazi, Paolo Borghesi e Francesco Bartolini

BLOG | Murgia, il principe Harry e Giannone: i libri più amati dagli aretini nel 2023

Nelle classifiche dell'anno appena trascorso non mancano sorprese

Come ogni inizio anno è il momento di stilare le classifiche dell’anno appena trascorso e non mancano le sorprese.
Il fenomeno editoriale del momento che ha caratterizzato anche le vendite natalizie e delle ultime settimane è senza dubbio “la Portalettere” di Francesca Giannone, edizioni Nord. Siamo nel Salento nel 1934. A Lizzanello, un paesino di poche migliaia di anime, una corriera si ferma nella piazza principale. Ne scende una coppia: lui, Carlo, è un figlio del Sud, ed è felice di essere tornato a casa; lei, Anna, sua moglie, è bella come una statua greca, ma triste e preoccupata: quale vita la attende in quella terra sconosciuta? Persino a trent'anni da quel giorno, Anna rimarrà per tutti «la forestiera», quella venuta dal Nord, quella diversa, che non va in chiesa, che dice sempre quello che pensa. E Anna, fiera e spigolosa, non si piegherà mai alle leggi non scritte che imprigionano le donne del Sud. Ci riuscirà anche grazie all'amore che la lega al marito, un amore la cui forza sarà dolorosamente chiara al fratello maggiore di Carlo, Antonio, che si è innamorato di Anna nell'istante in cui l'ha vista. Poi, nel 1935, Anna fa qualcosa di davvero rivoluzionario: si presenta a un concorso delle Poste, lo vince e diventa la prima portalettere di Lizzanello. La notizia fa storcere il naso alle donne e suscita risatine di scherno negli uomini. «Non durerà», maligna qualcuno. E invece, per oltre vent'anni, Anna diventerà il filo invisibile che unisce gli abitanti del paese. Prima a piedi e poi in bicicletta, consegnerà le lettere dei ragazzi al fronte, le cartoline degli emigranti, le missive degli amanti segreti. Senza volerlo – ma soprattutto senza che il paese lo voglia – la portalettere cambierà molte cose, a Lizzanello. Quella di Anna è la storia di una donna che ha voluto vivere la propria vita senza condizionamenti, ma è anche la storia della famiglia Greco e di Lizzanello, dagli anni '30 fino agli anni '50, passando per una guerra mondiale e per le istanze femministe. Ed è la storia di due fratelli inseparabili, destinati ad amare la stessa donna.
Un’altra scrittrice si è imposta e farà certamente altrettanto con il suo ultimo libro in uscita tra qualche mese: Michela Murgia con “Tre ciotole”. Purtroppo la Murgia è morta pochi mesi fa, lasciando un grande dolore in tutto il paese e in tutta la sua comunità di lettori e lettrici che in qualche modo le hanno reso omaggio anche attraverso l’affetto riversato su questo libro. S'innamorano di una sagoma di cartone o di un pretoriano in miniatura, odiano i bambini pur portandoseli in grembo, lasciano una donna ma ne restano imprigionati, vomitano amore e rabbia, si tagliano, tradiscono, si ammalano. Sono alcuni dei personaggi del nuovo libro di Michela Murgia, un romanzo fatto di storie che si incastrano e in cui i protagonisti stanno attraversando un cambiamento radicale che costringe ciascuno di loro a forme inedite di sopravvivenza emotiva. "Una sera ti metti a tavola e la vita che conoscevi è finita." A volte a stravolgerla è un lutto, una ferita, un licenziamento, una malattia, la perdita di una certezza o di un amore, ma è sempre un mutamento d'orizzonte delle tue speranze che non lascia scampo. Attraversare quella linea di crisi mostra che spesso la migliore risposta a un disastro che non controlli è un disastro che controlli, perché sei stato tu a generarlo.
Parlando dei grandi successi del 2023 non possiamo non citare “Spare” il libro autobiografia del principe Harry della casa reale inglese. Fu un vero terremoto editoriale e per settimane fu sulla bocca di tutti, grazie anche all’interesse per la figura ormai iconica di sua madre, la principessa Diana e della vicenda oscura intorno alla sua morte.
Concludiamo questo podio ideale con un aretino alla conquista delle vette delle classifiche: Pera Toons e il suo ultimo libro “Fatti una risata” edizioni Tunué. Alessandro Perugini, in arte Pera Toons, è un fumettista, disegnatore, dotato di un umorismo divertentissimo che ha fatto breccia nel cuore anche di un pubblico molto giovane, che affolla le sue presentazioni come abbiamo avuto modo di constatare in occasione del suo firmacopie in libreria durato ore.
Alla prossima parte della classifica.

BLOG | Murgia, il principe Harry e Giannone: i libri più amati dagli aretini nel 2023

ArezzoNotizie è in caricamento