Giovedì, 29 Luglio 2021
Lettori Selvaggi

Opinioni

Lettori Selvaggi

A cura di Elena Giacomin

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Lettori Selvaggi Centro Storico / Via San Francesco

Ricordi tagliati e cuciti insieme per raccontare una storia. Ninnananna di stoffa, la vita di Louise Bourgeois

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

ninna-nanna-di-stoffa

Ninnananna di stoffa. La vita tessuta di Louise Bourgeois, Amy Novesky, Isabelle Arsenault. Mondadori

E’ arrivato in libreria questo piccolo capolavoro che regala ai lettori la biografia illustrata di Louise Bourgeois, artista di fama mondiale, nota al grande pubblico soprattutto per le sue sculture, fatte di lana, acciaio, pietra e gomma fusa, e in particolare per i suoi ragni giganti.

L’albo è vincitore del Bologna Ragazzi Award 2017, sezione speciale libri d'arte, ed è pubblicato in Italia grazie a Mondadori.

Louise cresce in una casa vicino ad un fiume che nutre un giardino di gerani, peonie, asparagi e ciliegi. E’ figlia di restauratori di arazzi e viene fortemente influenzata dal lavoro dei genitori. “Tra gli arazzi impilati con cura come libri in una biblioteca, la madre di Louise insegnava alla figlia la forma, il colore e i vari stili dei tessuti, alcuni seguivano disegni elaborati, altri raccontavano storie. Le insegnò la trama e l’ordito, e come tessere”.

Louise studia matematica all’università di Parigi, quando muore sua madre lascia i numeri e le stelle e torna a dipingere, e per sopravvivere alla mancanza materna, inizia a scolpire ragni giganti, che chiamò maman. Così come i ragni, la madre di Louise si occupava di tessuti, intrecciava e riparava cose rotte.

Louise cucì e rammendò per tutta la vita: spirali variopinte, ragni di nastri, disegni e libri di stoffa. E “con il tessuto rimasto della sua vita, Louise tessè una ninnananna di stoffa. Tessè il fiume che l’aveva cresciuta, rosa materno, blu nelle tonalità dell’acqua. Tessè una madre che cuciva al sole, una bambina addormentata sotto le stelle, e tutto quello che aveva sempre amato. Quando ebbe finito, con tutti i suoi ragni accanto, lei abbracciò il fiume e si lasciò di nuovo cullare”.

Louise Bourgeois è stata un artista capace di mantenere un contatto intimo con la propria infanzia, fonte di ispirazione di tutta la sua arte. “Mi chiamo Louise Josephine Bourgeois. Sono nata il 24 Dicembre a Parigi. Tutto il mio lavoro degli ultimi cinquant’anni, tutti miei soggetti hanno tratto ispirazione dalla mia infanzia. La mia infanzia non ha mai perso la sua magia, non ha mai perso il suo mistero e non ha mai perso il suo dramma”.

Il testo poetico e le illustrazioni evocative del libro prendono per mano il lettore e lo conducono all’interno dell’immaginario dell’artista francese. Pagina dopo pagina si dispiega la vita di Bourgeois, la sua infanzia così significativa, i traumi che contribuirono alla formazione del suo stile espressivo, un tentativo di sopravvivere, attraverso l’arte, alle tensioni familiari, di creare un dialogo interiore tra le sue vicende autobiografiche e lo spettatore. Un percorso incerto, ma allo stesso tempo già scritto nelle sue radici. Louise Bourgeois è stata un artista solitaria, non legata alle mode, che ha seguito il suo destino con grande perseveranza: espone la sua prima opera a trentadue anni e le verrà dedicata una prima retrospettiva solo all’età di settantuno anni.

Una storia da leggere con grande attenzione ad ogni piccolo dettaglio, disegnato e scritto, una riflessione sul modo in cui i ricordi, raccolti, ritagliati e ricuciti, possono dare vita a nuove forme d’arte.

Louise Bourgeois continuò a creare fino alla sua morte, nel 2010, all’età di novantotto anni.

Ci auguriamo che la sua vicenda personale ed artistica, anche grazie a questo libro, costituisca fonte d’ispirazione per le nuove generazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricordi tagliati e cuciti insieme per raccontare una storia. Ninnananna di stoffa, la vita di Louise Bourgeois

ArezzoNotizie è in caricamento