Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

Il mio mastodonte. Una bella storia da leggere a casa e a scuola

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

Il mio mastodonte, Barbara Lowell, Antonio Marinoni, Emme Edizioni

Charles Willson Peale è stato un pittore, inventore, naturalista e patriota americano noto soprattutto come ritrattista. Nel 1782 a Filadelfia costruì una galleria proprio vicino al suo studio dove esponeva i suoi ritratti dei personaggi più importanti della rivoluzione (dipinse diverse volte George Washington). La galleria si ampliò, poi, facendo spazio anche ad un museo di storia naturale, che raggiunse una dimensione importante includendo come reperto simbolo il primo scheletro di mastodonte trovato in America.

“Il mio mastodonte” mette in pagina la storia di Charles Willson Peale e della sua famiglia utilizzando come voce narrante quella di una delle figlie di Peale, la piccola Sybilla. Un racconto in prima persona che ricostruisce la vicenda legata al primo ritrovamento in territorio americano dello scheletro del gigantesco mastodonte. Sybilla partecipa entusiasta agli scavi, è curiosa e fa domande al papà ed al fratello più grande. Una famiglia unita che lavora alacremente alla ricostruzione dello scheletro, realizzando con la carta pesta le parti mancanti.

Sybilla è una bambina fortunata, vive in un ambiente ricco di stimoli culturali, la sua casa è un museo che può attraversare ogni volta che vuole. Ha una vita avventurosa e sotto certi aspetti anche bizzarra, non so a quante persone sia infatti capitato di cenare sotto i resti di un animale preistorico.

Il libro, edito in Italia da Emme Edizioni, ha il pregio di raccontare ai più piccoli una storia poco conosciuta attraverso un linguaggio verbale e visuale semplice, ma raffinato. Un modo per avvicinare i bambini allo studio delle scienze naturali e dell’archeologia, raccontando al contempo anche una storia di collaborazione e spirito di squadra familiare. Un’impresa di successo a carattere famigliare diremmo oggi, che operava nell’ambito della cultura per trasmettere conoscenza alla collettività.

Una bella storia da leggere a casa e a scuola, un importante esempio per i bambini e le bambine di oggi, un libro per scoprire qualcosa di nuovo e che può attivare la curiosità e la passione per le scienze.

Lettori Selvaggi

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento