Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

Meravigliosi vicini: un inno alla gioia che della vita è il sale quotidiano

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

Meravigliosi vicini, Gilles Bonotaux, Hélène Lasserre, Orecchio acerbo

Il titolo Meravigliosi vicini è venuto fuori lunedì scorso nell’ambito di un appuntamento di approfondimento con i colleghi librai dell’associazione, incontro dedicato al nostro premio Orbil ed alla discussione delle migliori uscite dell’anno. Arrivato da pochi giorni in libreria e rientrato nella nostra selezione per un pelo, questo albo condensa molte delle caratteristiche che ci auguriamo di trovare nelle proposte per i più piccoli.

Un formato riuscito che si sposa con il contenuto della storia, un testo essenziale e curato, un visivo di qualità. Un libro la cui lettura non si esaurisce in una volta sola, ma su cui è possibile tornare a più riprese perché i dettagli visivi delle tavole aprono lo sguardo a tante piste narrative.

Il montone che è la voce narrante di questa storia vive in un quartiere tranquillo, anche troppo, e sta affacciato alla finestra cercando dei barlumi di vita in strada, ma quello che scorge è solo una noia tremenda. In questa triste routine ad un certo punto c’è una svolta, l’arrivo della famiglia lupo. Un cambiamento che crea un po' di panico ed in qualche caso anche indignazione. Ma man mano che scorrono le stagioni, la vita nel quartiere inizia a brulicare, tra gente che parte e gente che arriva, famiglie che si allargano e il verde che comincia a crescere rigoglioso. Adesso c’è un clima gioioso e le differenze tra i vicini rendono tutto ancora più meraviglioso.

Tra le pagine di questo albo scorre l’infanzia, hanno ragione i colleghi librai che ce lo hanno segnalato, quell’infanzia che è di natura accogliente ed aperta al cambiamento contrapposta ad un mondo adulto che invece è diffidente e sospettoso. Quell’infanzia che, come sottolineato nell’albo, è capace di prendere la vita come viene.

Davvero un bel libro, un inno alla gioia ed alla differenza, che della vita è il sale quotidiano. 

Lettori Selvaggi

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento