Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

La danza delle rane. Una storia che mette l'accento sull'importanza della curiosità, della sperimentazione

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

La danza delle rane, Guido Quarzo e Anna Vivarelli, Editoriale Scienza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre con i colleghi dell'associazione delle librerie indipendenti per ragazzi stiamo discutendo e diffondendo le scelte messe in campo dal nostro Premio Orbil, guardiamo con interesse anche ai selezionati degli altri premi italiani dedicati alla letteratura per ragazzi.
Nella cinquina della categoria +6 anni del Premio Strega Ragazze e Ragazzi c'è un romanzo dei nostri amici torinesi Guido Quarzo ed Anna Vivarelli che ci conducono alla scoperta di Lazzaro Spallanzani, biologo, naturalista e botanico, professore di greco, filosofia, retorica, fisica e matematica, vissuto a Parma nel 1700. A lui dobbiamo importanti scoperte nell'ambito della fecondazione artificiale volte a confutare le teorie sulla generazione spontanea. Una prospettiva che ha gettato le basi per Io sviluppo della microbiologia e gli studi sui batteri, i virus e le infezioni.
A farci conoscere Spallanzani è Antonio, tredicenne figlio di un mugnaio che, intimorito ed incuriosito allo stesso tempo, osserva lo studioso riempire di rane  la sua cassa a tracolla.
I due si incontrano più da vicino e Spallanzani non ci pensa due volte ad offrire al ragazzo un lavoro come assistente. Antonio inizia con lo scrivere e riordinare i cartellini del professore per poi passare a mansioni sempre più stimolanti. Lavorando fianco a fianco con Spallanzani il ragazzo impara ad osservare la natura, a studiarla e ad interrogarla nel modo giusto. Un'evoluzione intellettuale e personale che porterà Antonio ad un cambiamento radicale della sua vita. Il ragazzo sarà coinvolto in prima persona in un giallo che ha a che fare con la scomparsa di una cassa di preziosi fossili, visiterà una wunderkammer, si innamorerà per la prima volta.
Un romanzo di formazione che sperimenta una modalità interessante di fare divulgazione, intrecciando fiction e contenuti scientifici che danno conto anche del dibattito illuminista dell'epoca su natura, progresso e scienza.
Una storia che mette l'accento sull'importanza  della curiosità, della sperimentazione, dello sguardo che poniamo sul mondo, un'attitudine che si può imparare, soprattutto se come Antonio, si ha la fortuna di incontrare dei buoni maestri.

Lettori Selvaggi

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento