Lunedì, 20 Settembre 2021
Lettori Selvaggi

Opinioni

Lettori Selvaggi

A cura di Elena Giacomin

Centro Storico

La bambina e l’armatura. Un racconto antico che sa parlare indistintamente a grandi e piccoli

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

La bambina e l’armatura, Raffaella Pajalich, Alicia Baladan, Topipittori

Protagonista di questa storia una bambina di un metro scarso di altezza che un giorno si presenta in un negozio di armature. È così piccola che il commesso si deve sporgere oltre il bancone per capire chi è che gli sta parlando. La piccolina è determinata a trovare l'armatura che fa al caso suo e nonostante il commesso cerchi in ogni modo di scoraggiarla, lei riesce a farsi portare nel magazzino per esaudire il suo desiderio.  Non le importa che le armature siano solo per i cavalieri, lei ne vuole una bella, lucida e senza alcun difetto.

Il testo di questo albo è frutto della sensibilità di Raffaella Pajalich endocrinologa e psicoterapeuta, appassionata di letteratura e studiosa di medicina narrativa, a cui la piccola protagonista della storia, si è palesata quasi come in un sogno. È in un caldo giorno estivo che la bambina è comparsa all’autrice con la sua armatura e il suo vestirsi da guerriera, simbolo di quella corazza che spesso le donne devono indossare per sopravvivere, e della forza, ma anche della solitudine che aveva incontrato nel negozio di armature.

Questa storia infatti è innanzitutto una riflessione sulle armature che indossiamo per farci strada nel mondo, seconde pelli che ci proteggono dal rivelare la verità del nostro essere o come nel caso della piccolina occasioni per svelare la nostra essenza più profonda. 

Ma questa storia è anche una fiaba sul coraggio, la determinazione e la forza delle persone piccole, da tempi immemori protagoniste di storie destinate all’infanzia. 

Ed è proprio alla tradizione che guarda questo libro che ha il sapore della narrazione fiabesca anche dal punto di vista visivo con riferimenti alla classicità di storie come Don Chisciotte o S. Giorgio e il drago.  Un testo essenziale che lascia molto spazio all'immaginazione del lettore, stimolata anche dalle sapienti illustrazioni di Alicia Baladan. Un racconto antico, collocato nel passato presente delle storie che sa parlare indistintamente a grandi e piccoli. 

Si parla di

La bambina e l’armatura. Un racconto antico che sa parlare indistintamente a grandi e piccoli

ArezzoNotizie è in caricamento