rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Lettori Selvaggi

Opinioni

Lettori Selvaggi

A cura di Elena Giacomin

Centro Storico

Ellen e il leone prendono il gioco sul serio, in quella maniera del tutto autentica che è tipica dell'infanzia

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

Ellen e il leone, Crockett Johnson, Camelozampa 

Crockett Johnson è stato un apprezzatissimo autore di libri per bambini americano, conosciuto per aver creato personaggi  come Barnaby e Mr O’Malley, amatissimi dal pubblico statunitense ed Harold (pubblicato oggi in Italia  da Camelozampa), il bambino che con l'aiuto della sua fantasia è capace di ridisegnare il mondo e di vivere avventure straordinarie sospese tra sogno e realtà. 

Nato come fumettista, Johnson non pensava assolutamente di approdare all'illustrazione di libri per bambini, ma l'incontro nel 1939 con la futura moglie Ruth Krauss, affermata autrice di libri per i più piccoli, fu decisivo. 

Nonostante avesse più volte affermato di essere “l’uomo più pigro del mondo” Johnson è stato un artista  produttivo ed anche poliedrico che ha spaziato dal fumetto all'albo illustrato, fino alla pittura. 

Il grande Maurice Sendak descrisse la serie di Harold come "puro divertimento, perché Harold fa esattamente quello che vuole, non ci sono adulti a spiegargli le cose o rimproverarlo. L’idea è lasciare che i bambini facciano come vogliono, che si divertano, senza impartirgli una lezione". 

Il medesimo spirito che Sendak ha rintracciato nella serie di Harold anima anche "Ellen e il leone" appena arrivato nelle librerie italiane, di nuovo grazie all'editore Camelozampa. Una raccolta di brevissimi racconti che hanno per protagonisti Ellen, una bambina vispa e molto determinata ed il suo amato leone di pezza. 12 episodi che hanno sempre come teatro i giochi che Ellen inventa e che il povero leone in qualche modo subisce. Nel mondo di Hellen, come in quello di Harold, non ci sono adulti ad interferire e i bambini sono liberi di creare a partire dal loro mondo interiore lasciando che la fantasia possa compiere indisturbata il suo corso. 

Ellen e il leone conversano lungamente, si divertono con la pista dei treni, giocano al dottore, parlano dei loro sentimenti e soprattutto giocano seriamente, prendono il gioco sul serio, in quella maniera del tutto autentica che è tipica dell'infanzia. 

Una bella lettura da fare in autonomia per i bambini del primo ciclo della scuola primaria, un libro imperdibile anche per i più piccolini che si faranno guidare dalla voce di mamma e papà. 

Si parla di

Ellen e il leone prendono il gioco sul serio, in quella maniera del tutto autentica che è tipica dell'infanzia

ArezzoNotizie è in caricamento