Mercoledì, 4 Agosto 2021
Lettori Selvaggi

Opinioni

Lettori Selvaggi

A cura di Elena Giacomin

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Lettori Selvaggi Centro Storico / Via San Francesco

Dagli acquarelli di Maki Hasegawa fino "A casa dell'ape", molto più di un semplice albo illustrato

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero.

IMG_3762

A casa dell’ape , Alice Keller, Maki Hasegawa, Kira Kira

“Facciamo un gioco.”

“A cosa giochiamo?”

“A guardare da vicino, quello che è lontano.”

Un pomeriggio nel salotto della casa di campagna della nonna diventa per la bambina protagonista di questa storia un’occasione per un viaggio nella memoria scaturito da una scatola che contiene vecchie foto di famiglia. Un gioco alla scoperta di ciò che è lontano e ciò che è vicino.

Per la bambina, salita in groppa all’elefante, inizia un viaggio fantastico dentro il bosco inseguendo le api.

“Api, api fatevi guardare…

Se venite da lontano, come fate a ritornare?”

“Api, api, dove andiamo?

Tutto è come sempre, eppure…è strano!”

La bambina sale a cavallo di una delle amiche api e compie un viaggio di fiore in fiore fino all’alveare, luogo generatore della vita. Ed è proprio lì che la piccola incontrerà la mamma che è venuta a prenderla”.

“Mamma, mamma!

Sei tornata! Mi chiedevo quanto fossi lontana…

E quando saresti arrivata!”

A casa dell’ape è il primo titolo della neonata casa editrice Kira Kira, guidata a Bologna dall’amica Elena Rambaldi, punto saldo della Cooperativa Culturale Giannino Stoppani.

Elena è una studiosa appassionata della cultura e della letteratura giapponese e dal 2016 cura un blog specializzato in libri giapponesi per bambini, kira kira ehon, molto curato dal punto di vista grafico e dei contenuti, a cui spesso ci siamo rivolte per guardare lontano.

Non sono molti gli albi di autori giapponesi pubblicati in Italia, e Kira Kira, attraverso blog e casa editrice si propone di promuovere libri provenienti dal panorama editoriale giapponese attraverso una scelta di autori, illustratori e storie.

“Non si tratta di libri che parlano solo di Giappone. La “giapponesità” non si trova nelle tematiche trattate, ma nella loro poetica, nell’afflato figurativo e nella composizione delle pagine. Libri che hanno possibilità di essere graditi da un pubblico internazionale, ma che sono ancora poco conosciuti e raggiungibili”.

Quello che contraddistingue le scelte editoriali di blog e casa editrice è la ricerca di storie capaci di raccontare con sensibilità il mondo dell’infanzia, capaci di parlare direttamente ai bambini, che raccontino la poesia dei gesti semplici, quella delicatezza a cui ci hanno abituato i libri illustrati per bambini provenienti dal Giappone. L’emozione di uscire per una passeggiata nell’erba, di trascorrere una giornata sulla neve insieme a papà, la delusione per aver perso il tanto amato palloncino o la meraviglia di volare in groppa ad un’ape. E’ la magia del quotidiano.

Il progetto A casa dell’ape nasce dagli acquarelli dell’illustratrice Maki Hasegawa, a cui Alice Keller, nuova e interessante voce dell’editoria per ragazzi italiana, ha dato voce.

Il libro è realizzato con il patrocinio di Greenpeace e riporta in chiusura un’appendice con i consigli che possiamo mettere in pratica per salvare le api, insetti impollinatori che giocano un ruolo fondamentale negli ecosistemi.

Auguriamo ad Elena grandissima fortuna e non vediamo l’ora di gustarci le prossime uscite di Kira Kira.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dagli acquarelli di Maki Hasegawa fino "A casa dell'ape", molto più di un semplice albo illustrato

ArezzoNotizie è in caricamento