L'Arezzo è una squadra debole, bisogna prenderne atto

Per quanto le si possa voler bene, bisogna prendere atto che l'Arezzo è una squadra debole. Non per la  qualità dei singoli (se non in un paio di casi) o del gioco, ma per mentalità, testa. L'approccio alla partita di Pontedera è stato...

sottili-livorno

Per quanto le si possa voler bene, bisogna prendere atto che l'Arezzo è una squadra debole. Non per la qualità dei singoli (se non in un paio di casi) o del gioco, ma per mentalità, testa. L'approccio alla partita di Pontedera è stato inspiegabile e imperdonabile, peggio ancora di quello mostrato a Pistoia. giocatori bolsi contro giovani rampanti che mangiavano loro le orecchie.

Certo, c'è chi ha sbagliato di più, come Sottili nel pensare che Arcidiacono potesse essere un buon terzo di centrocampo, o ancora Muscat, che nei primi 30 minuti di gioco è parso un dilettante alle prime armi e poi è stato soltanto insufficiente. Inutile girare il coltello nella piaga del solito Benassi (gravemente colpevole sul primo e sul terzo gol) che non appare all'altezza delle aspettative e delle mire dell'Arezzo; ma gli amaranto i problemi li hanno appunto sopratutto in testa e questo dà loro una discontinuità di rendimento che fa davvero male, sopratutto considerando la qualità di gioco e dei singoli che hanno saputo mostrare a più riprese.

Il problema non è la classifica, essendo chiaro che l'Arezzo attuale non può competere con le prime due, ma la differenza che c'è tra le potenzialità che la squadra fa spesso intravedere e gli insopportabili vuoti che la contraddistinguono.

Quella di Pontedera era un'occasione vera per vincere fuori casa e lasciare indietro qualcuna delle squadre che mirano al terzo posto, ma l'Arezzo se l'è giocata male, malissimo. E il 3-2 è un risultato bugiardo, perchè i gol al passivo potevano essere di più.

E alla luce di questa partita (dopo altri esempi del passato) c'è da rivalutare, in negativo, anche la partita contro il Piacenza, giocata costantemente in sofferenza tra le mura amiche.

A Gorgonzola, venerdì prossimo, non sarà di certo una passeggiata.

Le pagelle più significative:

- Sottili 5 (di stima) Ha sbagliato modulo e interpreti, ma sopratutto non ha saputo mandare in campo una squadra grintosa, pur avendo detto alla vigilia che era indispensabile esserlo. Tra l'altro nell'intervallo ha inciso poco e la squadra è tornata in campo moscia come nel primo...

- Benassi 5 (di stima) E' il suo voto di tutto il campionato, almeno fino ad ora. Sul primo gol non ha parato un diagonale facile calciato da posizione molto defilata, nel terzo si è fatto uccellare come un dilettante di prima categoria, mostrando tutti i suoi limiti sulle palle alte (praticamente non si è alzato da terra...). Alcune buone parate non servono, dopo certi errori.

- Muscat 5 sopratutto all'inizio è apparso un treno accelerato contro gli eurostar, e non c'entra niente la scarsa copertura del centrocampo...

- Polidori 6 Volendo individuare un giocatore che potesse meritare la sufficienza ho pensato all'autore del bellissimo gol del pareggio temporaneo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento