L'Arezzo a buon punto nella preparazione e nella costruzione della rosa

Di certo non è ancora tutto fatto, ma l'Arezzo che si sta costruendo è una squadra studiata nel dettaglio e figlia delle esperienze, positive e meno positive, del campionato precedente. L'Amichevole di ieri, vinta per 2-0 (con due super gol del...

centrale difensivo

Di certo non è ancora tutto fatto, ma l'Arezzo che si sta costruendo è una squadra studiata nel dettaglio e figlia delle esperienze, positive e meno positive, del campionato precedente. L'Amichevole di ieri, vinta per 2-0 (con due super gol del Mosca) e attendibile perché l'avversaria (Monterosi) lo scorso anno è arrivata seconda in D sfiorando la promozione, ha mostrato una squadra già strutturata secondo un 4-3-1-2 o 4-3-3 che dir si voglia. Ci sono i migliori del campionato scorso che danno buone sensazioni (Moscardelli, Muscat, Cenetti, Luciani, Sabatino, Foglia, Corradi), c'è chi ha necessità di riscattarsi come patrimonio dell'Arezzo e ce la sta mettendo tutta (Grossi, Ferrario, D'Ursi) e poi ci sono i nuovi arrivati che si stanno integrando bene come Yebli (ne sentiremo parlare) e Cutolo.

I ragazzi che sono arrivati dalla Samp (Criscuolo, Di Nardo e Varga) sembrano ancora un po' acerbi, ma avranno tempo di maturare, viste le doti che dimostrano di avere (specialmente Criscuolo, uno che ha gran tecnica e visione di gioco, anche se lo sa forse un po' troppo).

Il numero uno Borra è stato poco sollecitato nelle prime amichevoli, ma si dimostra di nuovo preciso e concentrato a dovere. Presto sarà affiancato da un altro portiere giovane che gli farà concorrenza.

Dietro dopo Talarico, esterno destro alternativa a Luciani, è arrivato il trentenne centrale Rinaldi, una delle maggiori certezze in serie C (lo scorso anno trenta partite e cinque gol al Gubbio, ma sono un bel po' di stagioni che gioca da titolare in categoria) che da domani sarà col gruppo.

A questo punto manca un esterno sinistro basso che vada a sostituire Masciangelo (passato al Piacenza) e un'altro attaccante o un centrocampista (De Feudis è destinato a partire).

Poi la rosa sarà completa e di notevole spessore, sopratutto perché potrà contare su di un'ossatura collaudata con innesti ad hoc. Prima di fare l'ultimo acquisto di un giocatore esperto, tuttavia, ci sarà da valutare bene se occorrerà un altro centrocampista oppure una punta. In particolare mister Bellucci dovrà capire se Di Nardo potrà essere una buona alternativa a Moscardelli oppure no. Perché non è affatto detto che il capitano possa giocare tutte le partite, e tutte intere poi...

Sabato alle 18,00 il primo impegno ufficiale della stagione 2017/2018 al Città di Arezzo. Si giocherà per il primo turno di Coppa Italia TIM contro la Triestina, squadra che parteciperà al campionato di serie C.

Forza Arezzo!

Nelle foto: Rinaldi in tribuna a Chianciano, insieme al Presidente Ferretti e al DS Gemmi; Moscardelli calcia la punizione del 2-0 da oltre venticinque metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento