ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

La Fiera Antiquaria soffre il maltempo. E' sempre accaduto e non esiste un vero rimedio

Bisogna capirsi. La Fiera Antiquaria è nata all'aperto e buona parte del suo senso sta proprio in questo. E' stato ed è ancora (chiedere ai commercianti del centro storico, per saperlo) una calamita da visitatori straordinaria. Naturalmente lo è...

fiera-antiquaria-giugno-201741

Bisogna capirsi. La Fiera Antiquaria è nata all'aperto e buona parte del suo senso sta proprio in questo. E' stato ed è ancora (chiedere ai commercianti del centro storico, per saperlo) una calamita da visitatori straordinaria. Naturalmente lo è quando il tempo è buono e più da Pasqua a Ottobre che nel periodo autunnale invernale.

Pare sinceramente inutile (se non dannoso) fare tragedie e insinuare dubbi sul futuro della manifestazione ogni volta che piove durante il primo weekend del mese. Il tutto, poi, sulla base di quello che dichiarano alcuni espositori che si lamentano.

E' normale che si lamentino, in fondo fanno il loro gioco, ma se l'operazione Fiera fosse effettivamente una rimessa per gli espositori il castello cadrebbe in quattro e quattr'otto; invece così non è.

Da molti anni, ormai, gli affari più consistenti si fanno dal venerdì sera fino al sabato di primo mattino, per il resto si sa, si tratta di vendere cose minute di poco valore, salvo qualche eccezione sempre possibile per via dei turisti.

I banchi aperti più che altro servono a richiamare visitatori per i negozi del centro, e così gli interessi di ambulanti e commercianti vanno a coincidere. E' questo equilibrio a far vivere la Fiera, non altro. E non risulta che gli espositori siano diminuiti negli ultimi tempi, anzi, è facile dire che ce ne sono fin troppi, vista la qualità di ciò che si vende in alcuni banchi.

E la soluzione per evitare i danni da maltempo non può essere quella di pensare a recuperi in altre date, visto che il calendario delle varie fiere non lo rende ragionevolmente possibile.

Quel che si può fare per il bene della Fiera in generale è promuoverla a livello nazionale. Si muovano in questa direzione l'amministrazione pubblica, la Fraternita dei Laici, la fondazione Bruschi e i commercianti stessi. L'unione farebbe la forza.

Si parla di

La Fiera Antiquaria soffre il maltempo. E' sempre accaduto e non esiste un vero rimedio

ArezzoNotizie è in caricamento