Mercoledì, 29 Settembre 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

I guai per gli amaranto non finiscono mai, ma è già Cuneo - Arezzo

La partita contro il Livorno ha portato con se entusiasmo e carica tra i tifosi, i calciatori e nel mister. Il giorno dopo è però arrivata l'ennesima tegola in testa alla squadra; Sabatino si è fratturato un braccio e dovrà stare fermo per un mese...

La partita contro il Livorno ha portato con se entusiasmo e carica tra i tifosi, i calciatori e nel mister. Il giorno dopo è però arrivata l'ennesima tegola in testa alla squadra; Sabatino si è fratturato un braccio e dovrà stare fermo per un mese, esattamente quello durante il quale l'Arezzo si giocherà la salvezza.

I meno vicini alla squadra possono non comprendere l'importanza dell'assenza di Sabatino, ma chi conosce la compagine amaranto da vicino sa quanto conti la sua duttilità e personalità sulla fascia sinistra. Dopo la partenza di Corradi e D'Ursi, infatti, l'unico vero esterno di centrocampo su cui poteva contare Pavanel era proprio lui. Ma allo stesso tempo Sabatino poteva sempre essere utilizzato come difensore puro da quarto di sinistra o terzo nella difesa a tre.

In ognuno di questi ruoli Sabatino è stato uno dei migliori amaranto del campionato (e non solo) e si è anche guadagnato i galloni da vicecapitano alle spalle di Moscardelli.

A Cuneo l'Arezzo non avrà né l'uno né l'altro e per questo la difficoltà della partita contro una diretta concorrente per la salvezza aumenterà notevolmente.

Ma L'Arezzo ha preso l'abbrivio e il gruppo che ci crede in questi frangenti conta più di tutto. Al posto di Sabatino a sinistra giocherà il più giovano del mazzo, quel Benucci, aretino, che ha già dimostrato di saperci fare ed è maturo sia fisicamente che mentalmente. Ha tutto per riuscire, compresa una tecnica individuale di livello. Sarà la sua occasione per dimostrare che a vent'anni può fare la sua figura in una squadra di C.

Purtroppo la collocazione da esterno di centrocampo non è la sua ideale, perché rende meglio da interno, ma c'è da scommettere che anche inquanto capitale a disposizione del nuovo Arezzo non si limiterà all'ordinario.

Forza Amaranto, che il 16 prossimo c'è l'asta per l'acquisizione della società e bisognerà arrivarci da vincenti...

Si parla di

I guai per gli amaranto non finiscono mai, ma è già Cuneo - Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento