rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Gossip Style

Opinioni

Gossip Style

A cura di Barbara Fabbroni

Come sarebbero le feste senza Babbo Natale?

La Finlandia è il paese d’origine di Babbo Natale. Sono davvero molte le magiche storie che ruotano intorno alla leggendaria figura

Che cosa sarebbe il Natale senza Babbo Natale? Ve lo siete mai chiesto?

L’atmosfera del Natale, attraverso i suoni, le luci e l’aria magica dei giorni di festa, scatena la fantasia dei bambini e la loro voglia di sognare.

La cosa più emozionante, oltre ai doni, è la lettera a Babbo Natale. Una consuetudine che dà il via all’attesa dell’arrivo di questo signore un po' in là con gli anni, la barba bianca, il vestito rosso, le renne e la slitta. Insomma, una figura che appartiene al mondo della fantasia ma che tanto è entrata nelle nostre vite. La letterina a Babbo Natale non è solo per i piccoli, anche i grandi possono scriverla esprimendo un loro desiderio.

La tradizione della missiva si sviluppa negli Stati Uniti nel corso del 1.800 di pari passo con la crescita del sistema di comunicazione postale e scolastico diventando negli ultimi 150 anni la colonna portante del Natale. Si narra, infatti, che abbia preso avvio dalla suggestione di una poesia.

«Babbo Natale venne giù dal camino con un tonfo. Era tutto vestito di pelliccia, da capo a piedi, tutto sporco di cenere e fuliggine con un gran sacco sulle spalle pieno di giocattoli: sembrava un venditore ambulante sul punto di mostrare la sua mercanzia!», recita la celebre “The Night Before Christmas”, pubblicata nel 1823 sul New York Sentinel, inizialmente anonima e poi attribuita da alcuni a Clement Clarke Moore (1779-1863) e da altri a Henry Livingston Jr. (1748-1828).

A stimolare le lettere a Santa Claus hanno contribuito in maniera decisiva le illustrazioni dello statunitense di origine tedesca Thomas Nast che nel 1871 disegnò, per la rivista Harper's Weekly, Babbo Natale alla scrivania mentre leggeva la sua posta ordinata in due pile: «Lettere da genitori di bambini cattivi» e «lettere da genitori di figli buoni».

Non tutto arriva da Oltreoceano, nella Lapponia Finlandese, c’è un luogo chiamato Korvatunturi, che significa la “Montagna dell'Orecchio”, dove Babbo Natale-Santa Claus vive da sempre con i suoi Elfi.

La Finlandia è il paese d’origine di Babbo Natale. Sono davvero molte le magiche storie che ruotano intorno alla leggendaria e lunga vita di Babbo Natale, degli elfi e delle sue instancabili renne, a loro sono inviate i milioni di letterine che ogni anno vengono scritte. Intorno al 1980 Babbo Natale ha costruito il suo villaggio per incontrare le persone a pochi chilometri da Rovaniemi, proprio in un punto dove la strada principale attraversa la magica linea del Circolo Polare Artico. Sono moltissimi gli ospiti che ogni anno visitano Santa Claus nel suo Villaggio di Rovaniemi: non bisogna mai smettere di sognare. Così come non bisogna mai smettere di scrivere la lettera a Babbo Natale.

Un’ultima cosa se volete scrivere a Babbo Natale l’indirizzo è: Babbo Natale, Joulupukin Pajakylä - Cicolo Polare Artico 96930, Napapiiri, Finlandia.

Si parla di

Come sarebbero le feste senza Babbo Natale?

ArezzoNotizie è in caricamento