Martedì, 18 Maggio 2021
Gossip Style

Opinioni

Gossip Style

A cura di Barbara Fabbroni

Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

Il galateo lo prevede. E recentemente c'è anche una sentenza della Cassazione sul tema

“Un diamante è per sempre”, lo crede il cuore di chi ama tanto da farne portavoce del proprio impegno affettivo verso l’altro con un regalo. Eppure, non è così. Il diamante ha senso fin tanto che dura la relazione, se termina, la legge prevede la restituzione (Cassazione, sentenza n. 18280/2016). Così viene riportato: “il diamante non è per sempre: dopo la rottura l’anello va restituito all’ex fidanzato”.

Certo, se quel diamante è di un certo valore, la restituzione si fa dura. Non solo, chi è lasciato deve curare la ferita della delusione per la relazione terminata: si aggiunge anche la restituzione di un oggetto, dal valore significativo, che poteva fruttare bei soldini da investire in una vacanza scaccia pensieri. Che dire, la relazione non solo è un intreccio affettivo ma anche economico.

Galateo e giurisprudenza a parte, cosa resta dello tsunami creato dalla fine di una relazione? Una scatola di regali, tanti momenti felici soprattutto all’inizio, e poi, la caduta negli inferi con il frastuono della rottura della relazione. Un vero caos, dove tutto si amalgama e confonde in un sentimento frutto della rabbia, della delusione, del rancore, della vendetta e della gelosia.

Di getto viene da restituire tutto ciò che appartiene a quell’esperienza di vita, anche se a mente fredda, una volta attraversata la tempesta e giunti nuovamente a terra, ci si può pentire di aver rinviato tutto al mittente. Qualche soddisfazione si poteva cogliere per addolcire la delusione.

Soprattutto oggi, che le coppie naufragano velocemente come se tutto si consumasse in uno stretto spartiacque, forse val la pena di valutare bene qualsiasi impegno emotivo legato al regalo di un diamante, il meraviglioso anello di fidanzamento.

In tutto ciò le star ci vengono in aiuto e ci mostrano il loro percorso senza nulla nascondere. Come si fa a dire addio a un diamante tanto amato? Se poi è di valore, perché va restituito?

Si sa, le regole sono rigide in fatto di galateo, protocollo, matrimonio, fedeltà e quant’altro almeno in teoria.

L’amore di certo non si misura a carati viste le dimensioni degli anelli di fidanzamento ricevutiì da persone che non hanno da lamentarsi. I diamanti, nonostante storie destinate a naufragare, sono destinati a durare per sempre. Se alcuni amori tramontano, altri durano e l’anello di fidanzamento è una sorta di portafortuna da mostrare come simbolo.

Non credo che restituire l’oggetto del sogno cancelli il dolore per la rottura del progetto d’amore, anche se galateo (e giurisprudenza) lo prevedono. Sono convinta che ogni persona debba scegliere secondo il proprio sentire e, perché no, se l’anello ha un bel valore venderlo e regalarsi qualcosa di speciale.

Gli amori posso passare, ma un momento indimenticabile per sé non ci abbandonerà mai.

Si parla di

Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

ArezzoNotizie è in caricamento