rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Gossip Style

Opinioni

Gossip Style

A cura di Barbara Fabbroni

Tutte le leggende legate all'Epifania

Nella tradizione cristiana, è una festività legata alla “apparizione” o “rivelazione” di Gesù come Dio, con l’adorazione dei Magi, seppur con il tempo ha acquisito aspetti ulteriori

Dopo il Natale, San Silvestro e Capodanno arriva l’Epifania che tutte le feste porta via. Questa festa chiude il periodo natalizio. Nella tradizione cristiana, è una festività legata alla “apparizione” o “rivelazione” di Gesù come Dio, con l’adorazione dei Magi, seppur con il tempo ha acquisito aspetti ulteriori. Il giorno dell’Epifania è anche il giorno in cui si festeggia la Befana, che affonda le sue radici in un’antichità precedente all’epoca cristiana.

La simpatica vecchietta dal nome Befana, che “vien di notte con le scarpe tutte rotte”, non porta i regali a tutti i bambini del mondo come invece Babbo Natale, ma solo a quelli italiani.

Le leggende che ruotano intorno a questa figura sono moltissime, ma senza dubbio la più interessante e suggestiva è quella che vede in questa vecchina la personificazione di Madre Natura. Alcune leggende narrano che la Befana sia Madre Natura, avvizzita e invecchiata. I doni rappresentano i regali che fa alle persone per ricordare a tutti che tornerà, tra qualche mese, più bella e lussureggiante che mai. Sboccerà una nuova primavera portando frutti e germogli per tutti, la natura tornerà ad essere bella e prosperosa.

Anche se alcune leggende la identificano come la moglie di Babbo Natale, insieme vivono al Polo Nord tutto l’anno.

Perché la Befana porta carbone e dolci? Non certo perché ci sono bambini buoni che ricevono dolcetti e bambini cattivi che hanno in dono il carbone. Anche qui le leggende e le tradizioni si intrecciano e mescolano creando quell’atmosfera di mistero che rende la tradizione più bella.

Il carbone si lega ad una delle tante leggende che ruotano intorno alla figura della Befana e della sua percezione. Secondo una credenza popolare, infatti, la Befana incarnerebbe l’anno vecchio che va via e proprio per questo sarebbe una donna anziana.  Tant’è che il carbone simboleggia il rituale dei falò, non a caso la Befana scende dal camino di notte, in ricordo del rinnovamento stagionale, ma anche dei fantocci bruciati. Quindi ha in sé un significato di trasformazione e rinnovamento.

Questa tradizione così come quella di Babbo Natale si presta a essere raccontata con storie, che portano a fantasticare. Sarà vero che per alcuni bambini ricevere il carbone porta a minare l’autostima? Chissà! È importante far comprendere il significato del carbone anche ai bambini più piccoli così che quel dono sia si amplifichi ancora di più diventando un mezzo per innalzare la propria autostima e stimolare a crescere ed evolvere. Ogni cosa che ci circonda nella vita ha il suo insegnamento nascosto. Anche l’Epifania con la Befana ha qualcosa d’importante da insegnare, sta ai genitori farne buon uso. La vita offre i suoi doni bisogna solo individuarli, raccoglierli e utilizzarli al meglio. Buona Epifania a tutti grandi e piccini.

Si parla di

Tutte le leggende legate all'Epifania

ArezzoNotizie è in caricamento