ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

Fusione dei comuni in Casentino - Si o No?

In queste ore sono molti gli interventi a favore o contro la fusione di alcuni comuni casentinesi, anche perché il relativo referendum si svolgerà domenica prossima. Per un non casentinese come me è difficile dire se le fusioni proposte...

Gregge in Casentino

In queste ore sono molti gli interventi a favore o contro la fusione di alcuni comuni casentinesi, anche perché il relativo referendum si svolgerà domenica prossima.

Per un non casentinese come me è difficile dire se le fusioni proposte (Bibbiena, Chiusi, Ortignano Raggiolo da una parte e Chiusi, Castel Focognano, Chitignano dall'altra) possano essere quelle giuste. Di certo appare illogico che continuino ad esistere comuni come Ortignano Raggiolo o Chitignano, ma sopratutto ha poco senso difendere un piccolo campanile di fronte al mondo che avanza.

Lo so, esiste l'Unione dei Comuni Montani che in teoria garantisce le autonomie proponendosi come un patto federativo, ma non pare decollare (anzi, perde pezzi) e alla fine sembra a molti una struttura e un costo aggiunto, più che una facilitazione, un aiuto.

E poi c'è la questione centrale dei soldi, finanziati e risparmiati. Lo Stato favorisce le fusioni riconoscendo alle start up che ne dirivano un quid di milioni da spendere in servizi e infrastrutture, e alla lunga i risparmi di gestione saranno certi, se non altro per lo snellimento della macchina burocratica.

Vista da fuori la questione appare indiscutibile, e questo al di là di tutti i sindaci che vorrebbero mantenere le loro sedie (non si tratta di poltrone in comuni di queste dimensioni) e di coloro che hanno paura di finire come territori di serie b, alla periferia di altri (ma altri chi?).

Sputo la sentenza: prima o poi il Casentino (Almeno quello alto, da Rassina verso nord) sarà un comune unico, anche perché alla lunga la fusione porta un risparmio e una maggiore capacità nell'erogazione di servizi ai cittadini. e le resistenze a questo percorso hanno ormai poco senso.

Semmai c'è da dire che visto come sono state trattate le possibili fusioni, non è detto che siano in molti a recarsi ai seggi per votare. Vedremo come andrà a finire stavolta, ma di certo la strada è segnata, cari casentinesi.

Si parla di

Fusione dei comuni in Casentino - Si o No?

ArezzoNotizie è in caricamento