Da oggi addio all'aria di festa, ma Arezzo si concederà una proroga

Quella leggera aria di agosto, che per molti di noi comprende i giorni di ferie, tramonta oggi con il ritorno sui luoghi di lavoro della maggior parte degli occupati (per i molti disoccupati, agosto o gennaio uguali sono, anche se non...

musici-giostra

Quella leggera aria di agosto, che per molti di noi comprende i giorni di ferie, tramonta oggi con il ritorno sui luoghi di lavoro della maggior parte degli occupati (per i molti disoccupati, agosto o gennaio uguali sono, anche se non meteorologicamente). In effetti anche se non siamo tornati al lavoro personalmente, magari perché non lo abbiamo mai lasciato o perché le nostre ferie agostane sono state limitate alla settimana di ferragosto, da oggi avremo tutti gli interlocutori al loro posto e non ci sentiremo dire che sono in ferie quando chiederemo di loro. Insomma, d'agosto si vive un po' sulle nuvole, come se fossimo tutti in vacanza anche quando non ci siamo. Le uscite serali, i festival, le sagre, il caldo e le assenze per ferie rendono tutto meno "obbligatorio". Non è obbligatorio esserci, non lo è più di tanto essere puntuali ed è normale che non si esca di casa nelle ore centrali del giorno quando ci sono 35 gradi.

Oggi ricominciano i lavori sopra o sotto casa, oppure accanto; da oggi i parcheggi tornano a essere pieni e i ragazzi si preoccupano del rientro a scuola e delle spese che questo comporta. Da oggi anche le amministrazioni pubbliche avranno un carico di lavoro nella norma (a proposito, anche la nuova amministrazione aretina non avrà più alibi legati al noviziato...) e le piscine si sentiranno un po' più sole, così come le pizzerie e le trattorie con i tavoli all'aperto.

Quest'anno a contribuire al tutto ci sarà anche il classico brusco abbassamento delle temperature, che arriverà tra due giorni.

Proprio da due giorni è anche ricominciato il campionato di calcio di serie A, mentre quello di Lega Pro (che riguarda l'Arezzo), salvo proroghe da ricorsi, avrà inizio nel prossimo fine settimana.

Ad Arezzo, però, c'è uno strascico di clima agostano che si chiama Giostra del Saracino e che concede a chi lo segue (in molti, soprattutto tra i giovani) ancora una settimana di cene e attesa della festa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma, non c'è più aria di festa, ma d Arezzo un po' sì.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento