rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
ColtivarCultura

ColtivarCultura

A cura di Lucrezia Lombardo

Rassegna di poesia della città di Arezzo “Confluenze Reloaded 2023”

Fervido dibattito sullo stato della poesia contemporanea con la partecipazione di alcuni dei maggiori  autori viventi

Si è conclusa ieri la rassegna nazionale di poesia della città di Arezzo “Confluenze Reloaded 2023”, che ha riportato nella città vasariana un fervido dibattito sullo stato della poesia contemporanea con la partecipazione di alcuni dei maggiori  autori viventi. 

ono infatti passati 40 anni dalla fondazione del Circolo Culturale Gino Mario Sacchini (1983), che ha animato la vita politica e culturale di Arezzo, e dopo tanto tempo i vecchi componenti hanno immaginato di riproporre quelle esperienze, organizzando delle iniziative davvero uniche nel loro genere. La rassegna, infatti, oltre a varie momenti in cui si sono svolti reading poetici, ha previsto l’allestimento della mostra “Chimera e Confluenze- 40 anni in mostra” presso Rosy Boa Galleria Centro d’arte contemporanea, dedicata all’esposizione di materiale di archivio, locandine e fotografie del mensile di politica e cultura della città di Arezzo “Chimera”. Hanno poi animano la città, le letture dei poteri Alessio Tavino,Gemma Bui, Pietro Cardelli, Viola Lo Moro, Giulia Martini, Franca Canapini, Sara Ventroni, che si sono esibiti presso Rosy Boa, e le letture dei poeti Lucrezia Lombardo, Carla Malerba, Annalena Aranguren, Beppe Corlito, Paolo Pergola, Fabio Ciriachi che si sono invece esibiti il 3 dicembre, giorno conclusivo della rassegna, al Teatro Virginian. 

Hanno affiancato ì reading poetici, le conferenze del convegno “La poesia come riconoscimento sociale” svoltesi, con accademici ed esperti, presso la Biblioteca “Città di Arezzo”. La rassegna, organizzata dal Circolo culturale Gino Mario Sacchini, tra i cui membri si annovera Claudio Gino Gianni, e da Confluenze, con la collaborazione di Rosy Boa galleria centro d’arte contemporanea e dei critici Pietro Cataldi, Marianna Marrucci, Marco Villa, ha così riportato la poesia al centro dello scenario cittadino e del dibattito culturale, come per anni è avvenuto grazie a “Confluenze”. La rassegna, nel corso degli anni, ha peraltro ospitato alcuni tra i maggiori poeti italiani, da Luzi, a Fortini, fino a Frabotta, Cavalli, Rosselli, Merini, Sanguineti, Pagliarini,  Valduga, De Angelis ed altri. In questo modo, quello che è stato uno dei maggiori eventi  culturali della città -e uno dei più raffinati appuntamenti letterari d’Italia- prosegue nel proprio cammino senza paura e all’insegna della vera poesia.

Si parla di

Rassegna di poesia della città di Arezzo “Confluenze Reloaded 2023”

ArezzoNotizie è in caricamento