Ci lamentiamo dello stato delle nostre strade, ma...

Da qualche tempo frequento, anche per lavoro, il territorio senese e devo prendere atto che lo stato dei fondi stradali in quella provincia è davvero pessimo (a parte nelle molte strade bianche). Se noi aretini ci lamentiamo della qualità dei...

ponte Cassia

Da qualche tempo frequento, anche per lavoro, il territorio senese e devo prendere atto che lo stato dei fondi stradali in quella provincia è davvero pessimo (a parte nelle molte strade bianche). Se noi aretini ci lamentiamo della qualità dei nostri fondi stradali, non so cosa dovrebbero fare i senesi di provincia. Il problema principe pare essere l'istituzione Provincia che, come si sa, è in disarmo.

Nell'aretino, per esempio, questo rallenta la ripresa dei lavori della variante di Santa Mama, dove l'impresa è fallita e non si riesce a venire a capo del problema in tempi ragionevoli. Ne nascono polemiche a non finire, sopratutto in Casentino, ma se qualcuno prova a percorrere la via Cassia (regionale) in territorio senese (è la vera spina dorsale della circolazione leggera e pesante a sud di Siena) si accorgerà che all'altezza del ponte sul fiume Paglia la strada è interrotta e non da oggi. Il ponte si è mosso e non è praticabile da molto tempo (la sua irregolarità strutturale è ben visibile anche a occhio nudo); e allora cos'è accaduto? La Regione ha erogato 5000000 euro alla provincia per intervenire sulla deviazione (e che deviazione! Si tratta di salire fino all'abitato sotto la rocca di Radicofani (!) e nelle due direzioni. ponte cassia 2I soldi spesi su quella strada piena di curve hanno semmai rallentato i tempi di ripristino o rifacimento del ponte. Pare che si renda necessario realizzare un ponte provvisorio accanto all'attuale, per poi intervenire sull'originale. Ma l'erba cresce sulle giunture del ponte sul Paglia e non c'è traccia di intervento. Allora ho contattato l'assessore regionale Ceccarelli (anche alle infrastrutture) per capire cosa stesse accadendo sulla Cassia e lui mi ha detto che il problema è principalmente quello che la Provincia, deputata a intervenire, opera con tempi da tartaruga per via del suo smantellamento in corso (non c'è più un ufficio tecnico efficiente). Così succede che la regione mette a disposizione i soldi necessari, ma prima del prossimo febbraio o marzo 2016 non si metterà mano alla realizzazione del ponte di riserva, figuriamoci a quello definitivo! E intanto sulla barriera che impedisce il transito sul ponte è comparsa la scritta: "Provincia, Regione Vergogna!!" sintetica, ma chiara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' proprio vero che c'è sempre chi sta peggio...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento