Martedì, 26 Ottobre 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

A proposito di Schettino e degli altri...

La Corte d'Appello fiorentina ha confermato la condanna a 16 anni di carcere per l'ex comandante Schettino il quale ha provato, attraverso i propri legali, a dipingere un quadro nel quale quasi tutti i suoi collaboratori vengono descritti come...

La Corte d'Appello fiorentina ha confermato la condanna a 16 anni di carcere per l'ex comandante Schettino il quale ha provato, attraverso i propri legali, a dipingere un quadro nel quale quasi tutti i suoi collaboratori vengono descritti come degli inetti incapaci; ma agire in questo modo non gli è servito, almeno fino a questo grado di giudizio.

Utilizzo il caso del Giglio per dire che chi si assume una determinata responsabilità è giusto che ne risponda. Non è che l'eventuale colpa dei collaboratori può attenuare quella del comandante, il quale è indiscutibilmente il responsabile di quel che accade in una nave (lasciamo perdere, poi, l'abbandono della Concordia quando ancora c'erano molte persone a bordo...) così come in una grande azienda, un consorzio, una cooperativa, un comune o una banca.

Eh sì, perché chi accetta di ricoprire il ruolo di Presidente o Direttore Generale in qualsiasi azienda o società, è responsabile di come questa viene gestita, e ciò indipendentemente dalla propria partecipazione ai singoli eventi. E' per questo che il Presidente (se operativo) e il Direttore Generale vengono pagati di più rispetto alle altre figure. Non certo per sfuggire alle responsabilità additando i "colpevoli" collaboratori inetti.

Eppure accade spesso, spessissimo, che ci provino.

Si parla di

A proposito di Schettino e degli altri...

ArezzoNotizie è in caricamento