Martedì, 15 Giugno 2021
90 + recupero

Opinioni

90 + recupero

A cura di Matteo Marzotti

Ognuno è artefice delle proprie fortune, meglio non aspettarsi regali. Soprattutto da Piacenza

La posizione del Pro Piacenza può riscrivere la classifica. Ma vada come vada l'Arezzo non recupererà i tre punti. Meglio non aspettarsi favori anche perchè ogni squadra è artefice delle proprie fortune.

C'è più attenzione sul caso Pro Piacenza che sulla partita di Chiavari, sull'ennesimo campo sintetico che fin qui non ha agevolato l'Arezzo. Parliamoci chiaro: il Pro Piacenza se non domani, se non il prossimo 11 marzo quando il tribunale fallimentare esaminerà la posizione del club, andrà comunque incontro alla cancellazione. Certo, le modalità fanno la differenza ai fini della classifica. Se non si presentano a Cuneo via i punti a chi ha vinto o pareggiato con loro. Se riescono ad arrivare al 5 marzo giocando i recuperi del girone di andata via solo alle partite del girone di ritorno.

Una situazione che fa ribollire il sangue e non solo sui social. Viene chiesta la massima intransigenza, l'applicazione alla lettera della normativa vigente per non falsare un campionato. La stessa cosa che spinse il dirigente di un club toscano pochi mesi fa a scagliarsi contro l'Arezzo quando erano gli amaranto ad essere con l'acqua alla gola. Per carità blasoni e soprattutto posizioni diverse (anche davanti alla legge). Però è bene ricordare una cosa, come quel dirigente sembrò quasi legare la propria mancata salvezza a quei punti persi per strada.

Tutto questo per richiamare alla mente che l'Arezzo in casa del Pro Piacenza ha perso tre punti. Che contro i rossoneri dopo essere andato in vantaggio il Cavallino è stato raggiunto come poi accaduto in altre partite, mostrando un limite che non è proprio di una squadra costruita per vincere il girone. Un difetto che a lungo andare potrebbe costare il poter competere espressamente per il primato.

Ecco, se mai non dovesse arrivare il primo posto meglio evitare di fare come il dirigente descritto poco sopra utilizzando come alibi la posizione del Pro Piacenza. Il verdetto del campo premiò i rossoneri e punì gli amaranto, punto e basta. Se poi i tre punti sulle dirette concorrenti verranno recuperati d'ufficio tanto meglio. Non dimentichiamoci però che anche con la cancellazione dei rossoneri Pro Vercelli, Piacenza e Virtus Entella, giusto per fare il nome di qualche diretta concorrente del Cavallino, avranno alcuni incontri da recuperare. Meglio pensare a norme più stringenti, meglio ancora pensare all'Albissola dell'ex Bellucci e a come riprendere la corsa dopo tre pari consecutivi. Come dicevano i latini homo faber fortunae suae e allora meglio non aspettarsi regali.

Si parla di

Ognuno è artefice delle proprie fortune, meglio non aspettarsi regali. Soprattutto da Piacenza

ArezzoNotizie è in caricamento