Vaccini anti-Covid, 30mila nuove dosi Pfizer per gli ultraottantenni

La Toscana si conferma tra le prime regioni per ritmo di vaccinazione, oltre il 10% sopra la media nazionale. Il tasso di vaccinazioni effettuate è di 6.909 per 100mila abitanti

Una nuova fornitura di 44.460 dosi da parte di Pfizer-BioNTech è in fase di consegna in Toscana: 30mila dosi saranno subito destinate per le prime somministrazioni di vaccino agli ultraottantenni, le restanti 14.460 saranno riservate ai richiami. I medici di medicina generale possono già prenotare le dosi, destinate ai loro assistiti over 80, sul portale regionale dedicato. Le loro agende sono aperte per fissare gli appuntamenti della prossima settimana. Saranno i medici di medicina generale, lo ricordiamo, a contattare i loro assistiti ultraottantenni, per concordare orario e data dell’appuntamento per la prima somministrazione del vaccino.

Novità anche sul fronte del vaccino AstraZeneca, che potrà essere somministrato a persone nella fascia di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 65 anni (nati nel 1956), a eccezione dei soggetti estremamente vulnerabili. È quanto previsto dalla circolare del ministero della salute, emessa nella giornata di ieri, sulla base di nuove evidenze scientifiche.

In Toscana, dunque, saranno aperte anche a questa fascia di età le agende per prenotarsi con il vaccino AstraZeneca, in relazione alle forniture consegnate. Stando al cronoprogramma trasmesso dal Governo, la prossima fornitura di AstraZeneca, destinata alla Toscana, è prevista per i primi di marzo. Al momento le categorie coinvolte con questa tipologia di vaccino sono: personale scolastico e universitario, docente e non docente, di ogni ordine e grado; forze armate e di polizia (forze armate, polizia di stato, guardia di finanza, vigili del fuoco, polizia municipale, polizie locali…); personale degli uffici giudiziari. Con le prossime forniture si aprirà anche alle altre categorie che rientrano sempre in questa fase, in merito alle quali è in corso un approfondimento anche a livello nazionale.

La Toscana si conferma tra le prime regioni per ritmo di vaccinazione, oltre il 10% sopra la media nazionale. Il tasso di vaccinazioni effettuate è di 6.909 per 100mila abitanti (media italiana: 5.990 per 100mila), come riportato dall’Agenzia regionale di Sanità.

Alle ore 17.30 di martedì 23 febbraio sono 262.393 le somministrazioni totali nella nostra regione (211.419 con Pfizer-BioNTech, 11.651 con Moderna e  39.323 con AstraZeneca), così ripartite: 186.356 prime somministrazioni, 76.037 richiami. Per quanto riguarda le vaccinazioni degli ospiti nelle rsa, per i quali è prossimo il completamento, sono state somministrate 26.165 dosi: 14.347 prime somministrazioni, 11.818 richiami, come riportato sul portale regionale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, che consente di seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia della strada a Calbenzano: muore 26enne. Ferito il fratello. Chiusa la Sr71

  • Al via il casting per la fiction con Vanessa Incontrada ad Arezzo: come candidarsi. Ciak da giugno

  • Tragico schianto sulla Sr71, così ha perso la vita Cristian

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2020/2021

  • Toscana: di nuovo oltre 1.300 nuovi casi. Zona arancione? Oggi si decide

  • Toscana in zona arancione, ma i sindaci del Valdarno sono convocati da Giani

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento