rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Salute

Tutto pronto per la campagna di test rapidi della Asl nelle scuole di Arezzo. Ecco come funziona

Sono nove gli istituti superiori coinvolti: domani mattina, venerdì 15 gennaio, il sistema di sorveglianza di identificazione precoce dei casi positivi nelle scuole verrà presentato dalla Asl Toscana Sud Est al liceo Petrarca

Al via i test rapidi della Asl nella scuole della provincia di Arezzo. Il monitoraggio entrerà a regime da lunedì 18 gennaio, ma domani, venerdì 15, "il sistema di sorveglianza di identificazione precoce dei casi positivi nelle scuole" verrà presentato dalla Asl Toscana Sud Est, che coordina le attività volute dalla Regione Toscana che ricadono nel progetto "Scuole sicure". La scuola scelta per la presentazione ad Arezzo, che avverrà alla presenza dei dirigenti della Asl, dell’istituto e dell’Ufficio scolastico territoriale, è il liceo classico Petrarca di via Cavour.

Le scuole della provincia coinvolte

In provincia di Arezzo sono nove gli istituti coinvolti: nel capoluogo Margaritone (servizi socio-sanitari), Buonarroti-Fossombrone (amministrazione, finanza e marketing), Buonarroti-Fossombrone (tecnologico), Petrarca (liceo classico), Vittoria Colonna (liceo linguistico), Redi (liceo scientifico), Liceo artistico annesso al convitto, Galileo Galilei (Itis); a Montevarchi Benedetto Varchi (liceo classico).

Le modalità dei test

Non saranno screening a tappeto, ma ogni settimana saranno effettuati test su circa 950 studenti in tutta l'area vasta di Arezzo, Siena e Grosseto. Le scuole secondarie superiori coinvolte sono state individuate dall’Agenzia regionale di sanità (Ars). I test saranno eseguiti utilizzando tamponi antigenici rapidi. "Saranno coinvolti cinque alunni per ogni classe della sezione individuata per il monitoraggio, venticinque studenti per ogni indirizzo di studio; l’operazione sarà ripetuta nelle settimane successive ogni volta su altri cinque studenti delle stesse classi, con una costante verifica della situazione", fanno sapere dalla Asl.

Cosa succede in caso di sospetta positività

In caso di una sospetta positività, cioè con esito positivo del test rapido, verrà effettuato il tampone di verifica. Nel caso di contagio verificato, si attiverà subito l’attività di tracciamento per il resto della classe e per gli insegnanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per la campagna di test rapidi della Asl nelle scuole di Arezzo. Ecco come funziona

ArezzoNotizie è in caricamento