Salute

Sanità, De Robertis (Pd): “Dal Consiglio regionale contributi per la clown terapia”

Il provvedimento prevede l’emanazione, entro fine marzo, di un avviso pubblico rivolto alle associazioni senza fini di lucro che, per statuto, svolgono con continuità quelle attività

Via libera all’unanimità da parte della commissione sanità del xonsiglio regionale alla proposta di legge di iniziativa dell’ufficio di presidenza che eroga contributi una tantum a favore delle  organizzazioni di volontariato che svolgono attività per il sollievo dei pazienti pediatrici delle strutture sanitarie della Toscana. Il provvedimento sarà all’esame dell’aula nella seduta di Consiglio di martedì 11 e mercoledì 12 febbraio. Ne da notizia Lucia De Robertis, vicepresidente del consiglio regionale e promotrice del provvedimento.

“La proposta di legge – spiega De Robertis – vuole dare un riconoscimento concreto a tutti quei volontari che ogni giorni si impegnano, nelle strutture sanitarie della Toscana, per alleviare il soggiorno e la degenza dei pazienti pediatrici, cercando di rendere meno pesanti cure, esami, interventi attraverso la clownterapia, il gioco, il teatro ed ogni altra iniziativa ludica capace di portare un sorriso sul volto dei piccoli pazienti”.

Il provvedimento prevede l’emanazione, entro fine marzo, di un avviso pubblico rivolto alle associazioni senza fini di lucro che, per statuto, svolgono con continuità quelle attività, all’interno di strutture sanitarie pubbliche o convenzionate col sistema sanitario regionale o nelle sedi di accompagnamento dei piccoli pazienti verso e da quei luoghi per ricoveri, esami, terapie, visite.

“La clownterapia ed il gioco in generale – aggiunge De Robertis – costituiscono uno strumento di sollievo psicologico ed emotivo per i pazienti pediatrici, e lo straordinario impegno gratuito che tanti volontari mettono in questo servizio merita un riconoscimento concreto. Grazie all’oculata gestione del bilancio del Consiglio regionale abbiamo potuto mettere su questa iniziativa 100mila euro, che saranno equamente divisi fra le associazioni in possesso dei requisiti di legge che presenteranno la domanda al Consiglio regionale secondo quanto indicato nell’avviso. Ringrazio tutti i componenti della commissione sanità del Consiglio – conclude la vicepresidente – per il voto favorevole a questo provvedimento. Una unanimità che spero possa confermarsi anche nel voto finale in aula la prossima settimana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, De Robertis (Pd): “Dal Consiglio regionale contributi per la clown terapia”

ArezzoNotizie è in caricamento