Lunedì, 14 Giugno 2021
Salute Arezzo Nord / Viale Santa Margherita

Ospedale San Donato e Centro Chirurgico Toscano: il bilancio di un mese di attività

Tutta la chirurgia, tranne l’ortopedia, sta infatti operando presso la clinica aretina, anche in chirurgia robotica

Da sinistra: Stefano Tenti e Antonio D'Urso

Un mese di lavoro al fianco l'uno dell'altro nel nome della reciproca solidarietà e nel pieno supporto alle esigenze mediche dei cittadini. E' a distanza di 30 giorni dall'avvio della riorganizzazione dettata dall'emergenza sanitaria che, l’ospedale San Donato e il Centro Chirurgico Toscano hanno stilato un bilancio delle attività svolte.

Tutta la chirurgia, tranne l’ortopedia, sta infatti operando presso la clinica aretina, anche in chirurgia robotica.

“Voglio sottolineare che in tempi rapidissimi - ha sottolineato con soddisfazione il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D'Urso - abbiamo trasferito qui la chirurgia del San Donato, naturalmente intendo al chirurgia in tempo di Covid19, perché altrimenti i numeri sarebbero molto diversi. Un’operazione in cui io ho “forzato la mano”, ma che oggi mi ripaga con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Voglio ringraziare tutti i direttori di reparto che sono stati coinvolti in questa grande operazione. Credo che la sinergia fra pubblico e privato sia importante e sto già pensando al dopo emergenza coronavirus. Auspico che questa collaborazione con le strutture private del territorio continua come sta avvenendo ora. L’ospedale San Donato subirà una trasformazione, dovremo diminuire i posti letto attuali, sempre comunque dando la medesima risposta ai cittadini di Arezzo. Alcune strutture che si trovano all’interno del nosocomio aretino verranno spostate e questo ci permetterà di recuperare spazi vitali”. 

Dello stesso avviso anche il direttore generale del Centro Chirurgico Toscano Stefano Tenti: “Posso confermare la grande sintonia che abbiamo subito trovato, sono orgoglioso di dire che persone abituate a metodiche lavorative differenti  non hanno mai avuto motivi di screzio in questo mese di lavoro. I tempi, come ricordava il direttore D’Urso, sono stati davvero stretti e questo credo che sia motivo di orgoglio per gli ottimi risultati che siamo qui oggi a presentare".

Presenti i direttori dei reparti coinvolti, tranne Ciro Sommella, che hanno raccontato del loro positivo impatto presso la clinica aretina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale San Donato e Centro Chirurgico Toscano: il bilancio di un mese di attività

ArezzoNotizie è in caricamento