Ecco la nuova Casa della salute di Lucignano

Lasciata la palazzina della storico ospedale situato nel centro storico i servizi si sono trasferiti al secondo piano della Misericordia

Ambulatori per la riabilitazione, un punto prelievi, due studi per i medici di medicina di famiglia, un ambulatorio pediatrico. Eccola qua la Casa della Salute che, da lunedì prossimo, sarà operativa al 100 per 100 a Lucignano. Lasciata la palazzina della storico ospedale situato nel centro storico i servizi si sono trasferiti al secondo piano della Misericordia.

"I locali del vecchio ospedale non erano più adeguati alle nuove e crescenti necessità - ha sottolineato Anna Beltrano, responsabile della Zona Valdichiana della Asl Tse. Abbiamo quindi scelto la palazzina della Misericordia che ci ha consentito di attivare una sede satellite della Casa della salute di Foiano della Chiana. in questo modo abbiamo completato la rete territoriale: Foiano, Lucignano, Castiglion Fiorentino e Camucia con le articolazioni di Cortona, Terontola e Mercatale. In questo modo garantiamo servizi efficienti e di qualità in prossimità delle singole comunità della Valdichiana aretina".

Una soluzione che convince il Comune di Lucignano. "Esprimo la mia più sentita riconoscenza a tutto il personale della Asl Tse, in particolare alla Direttrice Anna Beltrano e a Stefano Zucchini - ha commentato la sindaca di Lucignano, Roberta Casini -  per aver raggiunto questo importante traguardo nonostante le evidenti difficoltà che stiamo affrontando. Questo è un importante segnale di attenzione ai servizi sul territorio, di vicinanza ai bisogni dei cittadini nonostante l’emergenza sanitaria in corso. Grazie alla Misericordia di Lucignano per aver messo a disposizione i locali ed aver creato le condizioni per questo trasloco in un ambiente sicuramente più consono, adeguato e fruibile dai cittadini".

Alla presentazione della casa della Salute sono intervenuti stamani il Presidente della Commissione sanità della Regione Toscana, Enrico Sostegni e il consigliere Vincenzo Ceccarelli che fa parte della stessa Commissione.

"Le Case della salute saranno tra le sfide principali della Regione Toscana - ha sottolineato Sostegni. E' fondamentale l'organizzazione dei servizi sul territorio che rappresentano un punto di riferimento per i cittadini e sono in grado di evitare i ricoveri impropri negli ospedali. Non solo: strutture come questa di Lucignano confermano il valore della collaborazione tra il sistema sanitario pubblico e il Terzo Settore. In questo caso la Misericordia". Una valutazione condivisa anche da Ceccarelli: "alcuni anni fa ho partecipato all'inaugurazione dei locali della Misericordia e adesso la Casa della salute diventa un esempio di ottima integrazione. E qui in Valdichiana - ha sottolineato Ceccarelli -  vorrei ricordare la figura di Bruno Benigni, già assessore regionale e che è stato promotore dei progetti delle Case della salute".

L'importanza del doppio binario servizio ospedalieri / servizi territoriali è stato sottolineato dal Direttore generale della Asl Tse, Antonio D'Urso: "strutture come questa evidenziano che, pur nella centralità della lotta al Covid, siamo impegnati a garantire e potenziare i servizi territoriali ai cittadini, in modo particolare quelli distribuiti all'interno delle comunità locali.  In questo lavoro si conferma fondamentale la doppia collaborazione: da una parte con le istituzioni locali, e qui è il caso del Comune di Lucignano e della Sindaca Casini; dall'altra con le associazioni di volontariato come la Misericordia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte violenta in centro. Picchiano e rapinano un uomo e mettono a segno un furto: 4 arresti

  • Assunzioni. Ad Arezzo oltre 14mila ingresso nel mondo del lavoro ma le figure professionali scarseggiano

  • Beni confiscati alle mafie, 43 immobili sono ad Arezzo: la mappa comune per comune

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2020/2021

  • Schianto con l'auto, conducente estratto dalle lamiere. Attivato Pegaso

  • Coronavirus oggi in Toscana: 429 nuovi contagi e 16 morti. I dati, provincia per provincia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento