Arriva l'infermiere di famiglia e di comunità per prevenzione, cura e riabilitazione

Con l’approvazione da parte del Governo del Decreto Rilancio è stata conferita ancor più attenzione alla figura dell’infermiere di famiglia e comunità. Un modello sperimentale già previsto dalla Regione Toscana e implementato anche all’interno dell’Asl Toscana sud est

Nella fase 2 dell'Asl Toscana Sud Est arriva l'infermiere di famiglia e di comunità. Una figura per sviluppare le attività territoriali di assistenza.

“La direzione aziendale sta riconfigurando il progetto iniziale per consentire una rapida ripartenza del progetto” dichiara Lorenzo Baragatti, direttore del dipartimento aziendale delle Professioni Infermieristiche e Ostetriche. L’AUSL Toscana Sud Est è impegnata a snellire la fase progettuale, adeguando le attività di formazione alle possibilità attuali senza venir meno ai contenuti, confidando nel mantenimento in servizio delle unità assunte per l’emergenza Covid-19 e su quelle destinate all’IFC dal Decreto. L’intenzione è sempre quella di rendere operativa questa figura professionale entro il mese di ottobre”. 

Chi è l’infermiere di famiglia e di comunità? 

È il professionista responsabile della gestione dei processi infermieristici in ambito familiare. Promuove un’assistenza di natura preventiva, curativa e riabilitativa differenziata per bisogno e per fascia d’età, attraverso interventi domiciliari e/o ambulatoriali e risposte ai bisogni di salute della popolazione di uno specifico ambito territoriale di riferimento. 

Ogni infermiere opera nel territorio e nella popolazione di riferimento, identificabile di norma nell’ambito delle aggregazioni funzionali territoriali della medicina generale, interagendo con i medici di medicina generale, i medici di comunità e le altre figure professionali, come risorsa di salute, fornendo consigli sugli stili di vita e sui fattori comportamentali a rischio. Rappresenta un promotore della salute nella comunità, essendo collante e collegamento tra individui, famiglie, volontari, professionisti sanitari e sociali, altri attori lavorando in team. Gli ambiti di esercizio professionale sono il domicilio, l’ambulatorio, le strutture intermedie e residenziali e l’intera comunità. Nel febbraio del 2020 l’Asl Sud Est ha stabilito di rendere ufficialmente operativo l’infermiere di famiglia e comunità entro ottobre. 

L’emergenza Covid-19 ha però di fatto congelato le attività formative, spostando l’impegno degli infermieri territoriali sulle attività d’assistenza per l’esecuzione di test sierologici e tamponi domiciliari, assistenza con i micro-team Usca, assistenza in Rsa Covid, alberghi sanitari, Centrale Covid, check point e prosecuzione delle attività d’assistenza domiciliare. 

infermiere-ospedale2Sono stati identificati 9 ambiti territoriali corrispondenti ad altrettante aggregazioni funzionali territoriali dove avviare la fase sperimentale. 

Con l’approvazione da parte del Governo del Decreto Rilancio è stata conferita ancor più attenzione alla figura dell’infermiere di famiglia e comunità. Un modello sperimentale già previsto dalla Regione Toscana e implementato anche all’interno dell’Asl Toscana sud est. Il percorso di definizione di questa figura professionale, sulla scorta delle disposizioni regionali, si è sviluppata prevedendo, nell’ambito territoriale dei team di assistenza infermieristica integrati con la Medicina Generale. Ciò ha portato all’individuazione di personale con competenze specifiche per gli ambiti della cinque reti del dipartimento aziendale  delle professioni infermieristiche ed ostetriche cioè lesioni cutanee, accessi vascolari, nutrizione, assistenza respiratoria e cure palliative).  L’azienda ha poi investito sulla strutturazione della presa in carico infermieristica attraverso l’individuazione dell’infermiere tutor assistenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento