La guardia medica resta, anche di notte. L'annuncio di Giani, esulta Forza Italia: "Battaglia vinta"

Il timore, di cui molto si era parlato nei giorni scorsi, era la riduzione della continuità assistenziale (ex Guardia medica), con la cancellazione del servizio nelle ore notturne dalle 24 alle 8 della mattina seguente

Lo aveva spiegato ieri l'assessore alla Salute regionale Bezzini: "Sulla Guardia medica il piano sarà attivito solo in caso di necessità". Il presidente Giani è stato anche più specifico, facendo, sull'argomento, un post sul proprio profilo facebook: "Rassicuro tutte le cittadine e i cittadini che non c’è stato nessun cambiamento: la guardia medica rimane operativa con i consueti orari, anche la notte".

Il timore, di cui molto si era parlato nei giorni scorsi, con intervento sia dell'opposizione che della maggioranza, era una riduzione della continuità assistenziale (ex Guardia medica), con la cancellazione del servizio nelle ore notturne dalle 24 alle 8 della mattina seguente. Grande preoccupazione, in particolare, era stata espressa per le zone più lontane dai capoluoghi, con una netta presa di posizione dei sindaci del Casentino, ad esempio.

"L’ordinanza che ho firmato - spiecifica Giani - si pone l’obiettivo, se l'emergenza dovesse aggravarsi, di poter modulare il personale assegnato per fronteggiare al meglio la pandemia. La guardia medica resta senza indugio il presidio di tutela della salute per tutte le nostre comunità".

In sostanza, dice il presidente della Regione, la riduzione del servizio avverrà soltanto se necessario. Esulta Forza Italia, in una nota Stefano Mugnai, vice presidente del gruppo alla Camera dei Deputati, ed Elisabetta Ripani, parlamentare forzista, spiegano: "Siamo molto soddisfatti. Il Governatore Toscano Eugenio Giani ha fatto marcia indietro e ci ha ripensato. La Guardia Medica non sarà più sospesa come servizio territoriale toscano nella fascia oraria 24-8 del mattino. Stoppata nei fatti l'ordinanza regionale n. 107. Era una follia togliere un servizio notturno territoriale di questo tipo in un momento in cui la gente chiede assistenza continua. Siamo in emergenza. Gli ospedali devono restare il meno affollati possibile. La scelta del Governatore Giani invece non avrebbe affatto agevolato il lavoro del personale sanitario. Ancora una volta Forza Italia, con le sue battaglie per una sanità efficiente e vicina ai cittadini, riporta serenità e servizi certi agli utenti. La Regione e l'Assessore alla Sanità Bezzini invece dal canto loro si dimostrano  nuovamente ancora distanti dalle esigenze dei toscani. Purtroppo cambiano le Giunte ed i Presidenti, ma i danni ed i disagi restano gli stessi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Babbone mi hai dato l'amore di una vera famiglia, ti ringrazio così", la commovente storia aretina a C'è posta per te

  • Spostamenti in Toscana, nuova ordinanza del presidente della Regione Giani

  • 30enne deceduto al San Donato. Aveva contratto il Covid ma è morto per altre patologie

  • Notte violenta in centro. Picchiano e rapinano un uomo e mettono a segno un furto: 4 arresti

  • Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

  • Assunzioni. Ad Arezzo oltre 14mila ingresso nel mondo del lavoro ma le figure professionali scarseggiano

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento