Segnalazioni sui tamponi in ritardo: ecco dove il cittadino può leggere il risultato

Sono numerose le segnalazioni di cittadini che lamentano di non avere notizie da molti giorni sull'esito del proprio tampone rapido, ecco la procedura

Dove sono finiti i tamponi che abbiamo fatto? Perché ancora non abbiamo saputo niente? Sono andati persi? Si moltiplicano in queste ore le richieste di informazioni e le segnalazioni circa i tamponi che alcuni cittadini hanno fatto nei giorni scorsi, anche una settimana fa.

Il dubbio che prende loro è che non ricevendo comunicazioni il campione prelevato sia andato disperso. L'Asl invece ribadisce che nulla di tutto ciò sarebbe avvenuto.

Come si può conoscere l'esito del proprio tampone?

E' utile per tutti ribadire le modalità con le quali è possibile conoscere il risultato del tampone. Può essere infatti letto direttamente dal cittadino su https://referticovid.sanita.toscana.it/#/home o nel proprio fascicolo sanitario elettronico.
Adesso è possibile leggere anche il risultato del tampone antigenico, cosa che fino a qualche giorno fa non era disponibile. 

La procedura dei tamponi rapidi positivi

Se il tampone antigenico (quello rapido fatto di solito nelle postazioni drive through) rivela una positività, scatta automaticamente il tampone molecolore (che ha tempi di analisi un po' più lunghi) e di questo la persona viene informata con una nota che compare, nel fascicolo elettronico, a margine del risultato positivo. Il cittadino non deve fare nulla perché i laboratori Asl utilizzeranno lo stesso prelievo ed entro le 24 ore successive all'esito dell'antigenico, provvederanno ad eseguire il molecolare. Se anche questo si rivelerà positivo, il cittadino sarà informato direttamente e tempestivamente dal Dipartimento di Prevenzione per le procedure di isolamento. Se l'esito sarà negativo, sarà leggibile sempre sul fascicolo sanitario elettronico. Questa procedura scatta anche nel caso in cui dal tampone rapido sia rilevato un caso debolmente positivo. 

Da segnalare che in questo periodo ci sono stati diversi tamponi da analizzare con il secondo metodo proprio perché dopo è quello che certifica definitivamente il contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento