Co-progettazione“Dopo di Noi” per la zona distretto Arezzo-Casentino-Valtiberina: l'avviso

E’ possibile presentare la propria manifestazione di interesse fino all’8 marzo 2021

La direzione della zona sistretto aretina Casentino Valtiberina Asl Toscana sud est rende nota l'avvenuta pubblicazione dell'avviso di istruttoria pubblica per presentazione di manifestazione di interesse relativa alla coprogettazione di servizi per persone con disabilità grave prive di sostegno familiare. Il documento è consultabile al seguente link https://wei.uslsudest.toscana.it/albo_pretorio/portaldata/albo_files/24540_Avviso%20Manifestazione%20interesse%20_Dopo%20di%20Noi_firmata.pdf oppure https://wei.uslsudest.toscana.it/albo_pretorio/public/index/listatipologia?idClass=800


Tale avviso è stato predisposto in esito a quanto stabilito dal dpcm 21 novembre 2019 “Riparto del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare per l'annualità 2019”. La zona distretto è stata individuata dalla conferenza zonale integrata dei sindaci nella adunanza del 12 dicembre 2021 quale soggetto capofila per il coordinamento dell’attività di coprogettazione e presentazione dei programmi attuativi. L’avviso è rivolto ai soggetti pubblici e privati che operano nel settore del sostegno e supporto alle persone con disabilità grave. La manifestazione di interesse dovrà pervenire entro le 12 dell'8 marzo 2021, ed è finalizzata ad individuare soggetti pubblici e privati qualificati a partecipare sia in qualità di partner ad una attività di co-progettazione esecutiva, sia di soggetti sostenitori che, pur non intervenendo operativamente alla stesura ed alla realizzazione delle azioni presenti nel progetto, potranno fornire supporto e sostegno grazie al loro ruolo e alle specifiche competenze. Il progetto del “Dopo di noi” mira a consentire alle persone con disabilità grave in previsione del venir meno della rete genitoriale e familiare o che presentano bisogni di autonomia, la realizzazione delle aspirazioni individuali, garantendo percorsi per l’indipendenza, anche attraverso l’esperienza del co-abitare, al fine di evitare l’istituzionalizzazione o di avviare percorsi di de-istituzionalizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Toscana resta in zona arancione. Due province e un comune entrano in lockdown

  • Chiudono tutte le scuole del comune di Arezzo fino a metà marzo. Si salvano asili nido e materne

  • Incidente a Olmo, muore dipendente Ascom. L'associazione: "Non ci sono parole per descrivere il dolore"

  • Coronavirus, Arezzo terza in Italia per la crescita di contagi. In una settimana aumento di oltre l'80 per cento

  • Coronavirus, balzo dei contagi nell'Aretino: +131. I casi più numerosi tra i ragazzi di età scolare

  • Niente scuola fino al 30 giugno, esami dal 16 e tutti in classe il 6 settembre. Le (possibili) novità

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento