L’emergenza continua. Nasce la campagna “Gente al servizio della gente”, l'appello delle Misericordie

“Gente al servizio della gente” lo slogan scelto per questa campagna, a sottolineare che per diventare volontario non bisogna sentirsi supereroi, ma solo volersi prendere cura di chi ne ha bisogno

“Venite a darci una mano, c’è bisogno dell’aiuto di tutti”. È questo l’appello che lancia la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. L’obiettivo è quello di trovare nuovi volontari per affrontare l’emergenza covid-19 che si sta nuovamente aggravando.

“Gente al servizio della gente” lo slogan scelto per questa campagna, a sottolineare che per diventare volontario non bisogna sentirsi supereroi, ma solo volersi prendere cura di chi ne ha bisogno. "Non cerchiamo eroi, ma solo persone che in questa emergenza straordinaria sentono che è giusto dedicare un po’ del proprio tempo alle loro comunità; che tornati a casa dal lavoro o finito di studiare, hanno voglia di dare una mano a chi in questo momento ha bisogno – spiega il direttore della Confederazione Gianluca Staderini - Perché da questa situazione ne possiamo uscire solo tutti insieme”.

Per mettersi a disposizione basterà connettersi al sito https://www.misericordie.it/emergenza-coronavirus/gente-al-servizio-della-gente/ o contattare il numero verde nazionale 800.194.356 o inviare una mail a gentealserviziodellagente@misericordie.org .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento