Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Un termoscanner per la senologia. La donazione della SS Arezzo

Installato all'ingresso della senologia è già attivo

 

Oltre 2.300 mascherine griffate Arezzo sono andate a ruba, ma soprattutto il ricavato ha permesso di acquistare un termoscanner che la PM Allarmi di Marco Pasquini ha poi provveduto ad installare all’ingresso della senologia del San Donato.

“Si tratta di uno strumento rende più sicuro l’ingresso degli utenti nel reparto - ha detto Pasquini - in precedenza un operatore doveva sostare all’entrata per la misurazione della febbre. Il termoscanner che questa mattina l’Arezzo dona grazie anche al Calcit è dotato di una telecamera in grado di capire se un utente indossa o meno la mascherina, misurando anche la temperatura. In presenza di un paziente con febbre o sprovvisto di mascherina la porta non si apre”.

Alla conferenza stampa hanno preso anche Giancarlo Sassoli, presidente del Calcit, il direttore generale della Ausl Toscana sud est Antonio D’Urso e quello dell’Arezzo, Ermanno Pieroni, in compagnia di alcuni calciatori del Cavallino.

“Abbiamo subito sposato l’idea di realizzare mascherine con il logo dell’Arezzo con il fine della solidarietà - ha detto Pieroni - conosco l’importanza di centri come questo e delle cure che vengono fornite ai pazienti per un’esperienza personale che mi ha toccato molto da vicino. Come Arezzo siamo orgogliosi di aver contribuito”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento