Covid-19, l'attività operatoria del San Donato si sposta al Centro Chirurgico. Più spazio per chi contrae il virus

Rivoluzione temporanea nella sanità aretina che si appresata ad affrontare il picco dei contagi. D'Urso: "Così garantiremo assistenza e cure a tutti"

"C'è una novità importante". Così, con tono rassicurante, Antonio D'Urso, direttore generale dell'Asl Toscana Sud Est,  ha annunciato una piccola grande rivoluzione all'interno dell'ospedale San Donato. Le attività operatorie si sposteranno temporaneamente presso il Centro Chirurgico Toscano, mentre quelle ambulatoriali saranno trasferite presso la clinica San Giuseppe, per permettere di ampliare la "bolla" che accoglierà i pazienti affetti da Covid-19 in vista del possibile picco di contagi previsto per gli ultimi giorni di marzo.  

"L'ospedale San Donato - ha spiegato il direttore intervenendo durante la conferenza stampa del sindaco Alessandro Ghinelli - è chiamato ad accogliere questi pazienti perché ha tutte le competenze e le caratteristiche tecniche per offrire le migliori cure. Questo però non vuol dire che anche gli altri malati non abbiano diritto di essere accuditi e curati con lo stesso standard qualitativo. Per questo alcune attività verranno spostate".

Fino ad oggi erano state bloccate sia l'attività chirurgica elettiva sia alcune attività ambulatoriali. Ma la realizzazione di due aree all'interno dell'ospedale cittadino - una dedicata esclusivamente ai pazienti covid-19 e l'altra per gli utenti degli altri reparti -  ha richiesto spostamento di quelle attività attualmente in stallo. Nell'area delle sale operatorie potrebbero dunque essere realizzati posti letti di terapia intensiva, in modo da poter curare i pazienti ritenuti più critici. 

All'annuncio odierno seguirà la formalizzazione del trasferimento che dovrà avvenire in brevissimo tempo: perché il conto alla rovescia verso il possibile picco dei casi si fa stringente. 

"E nel frattempo - ribadisce D'Urso da dietro alla sua mascherina - continuate a restare in casa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

  • Esami di guida, ipotesi rivoluzione: candidato solo in auto senza esaminatore né istruttore. Protestano le autoscuole

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento