rotate-mobile
Fitness

Sport o semplice attività per restare in forma: come approcciarsi alla corsa

'Da domani smetto e inizio a correre'. Una promessa che in tanti fanno con se stessi e che però in alcuni casi viene disattesa. Guida alla corsa, uno sport tra i più praticati a cui approcciarsi con gradualità

'Basta...da domani smetto e inizio a correre'. Quanti fioretti sono iniziati così peccato che non sempre vengono rispettati. Passato il Natale e il Capodanno, con le loro tavole imbandite, le promesse non mancano e la corsa rappresenta uno sport tra i più 'famosi' per provare a perdere peso in vista della primavera e dell'estate. Certo è che occorre approcciarsi a questa disciplina, uno sport di fatto tra i meno costosi se pensiamo all'attrezzatura, con le dovute attenzioni. Per prima cosa dobbiamo godere di buona salute, non eccedere con il peso. L'obesità di fatto potrebbe essere un fattore di rischio e anche di traumi muscolari e non solo visto che più pesiamo e maggiori saranno i kg che il nostro scheletro e i nostri muscoli dovranno sopportare durante gli sforzi. Insomma, la corsa è uno sport per tutti ma con le dovute precauzioni. E se all'inizio la strada ci sembrerà in salita (non solo per la scelta del percorso) è anche vero che più corriamo, sentendoci meglio, più il nostro corpo avvertirà il bisogno di correre. Il motivo? Ve lo speghiamo al termine diquesta breve guida per approcciarsi alla corsa.

1 - Alternare la camminata alla corsa

No, non è un errore. Il primo passo consiste nel camminare. Mai partire subito con una corsa pensando di essere il nuovo Usain Bolt. Serve partire per gradi quindi camminando ad esempio per un minuto e correre per un minuto. Una serie di intervalli da coprire 20 minuti.

2 - La velocità non conta

Tutti vorremmo andare a mille fin dall'inizio ma non è possibile. Occorre prima avere basi solidi, ovvere un buon fiato. Meglio quindi partire piano cercando di correre a lungo, soprattutto all'inizio.

3 - La costanza dell'allenamento

Il nostro organismo dopo uno sforzo chiederà un determinato periodo di riposo e recupero. Capire i segnali del nostro organismo è fondamentale perchè altrimenti rischiamo infortuni non solo di lieve entità. Una volta passati risentimenti muscolari nel giro di 24-48 ore siamo pronti per una nuova seduta di allenamento. L'importante è mantenere un periodo costante di allenamenti: una o due sedute alla settimana, senza far passare intervalli particolarmente lunghi tra una corsa e l'altra.

4 - La scelta dell'orario

Può sembrare banale ma  è bene ricordarlo. In estate mai correre nelle ore centrali della giornata e almeno fino a dopo le 17:30-18, in quelle che sono le fasi più calde della giornata.

5 - La scelta del percorso

Non partire mai con un percorso in salita e soprattutto cerca di essere consapevole dei tuoi limiti e progressi. Pensare di correre in salita allo stesso ritmo della pianura è impossibile. Da qui la necessità di essere pronti ad adeguarsi al clima e al percorso che affronteremo senza guardare il cronometro pensando di dover stabilire per forza un record.

6 - Trova un compagno o un gruppo di corsa

La corsa è uno sport da fare come 'single' e in compagnia. Certo è che essere in più di uno è uno stimolo ad uscire quando la voglia scarseggia. Un amico o un gruppo di corsa ti aiuteranno molto per iniziare e tirare fuori risorse che non pensavi di avere.

7 - Spegni il cervello

Nelle competizioni la musica e gli auricolari sono proibiti perchè possono aiutare a superare la fatica naturale della corsa. Se però sei un amatore o un runner alle prime armi perchè non utilizzare una compilation con il tuo artista preferito? La corsa però è anche meditazione. La capacità di creare il vuoto mentale aiuta a scacciare i pensieri negativi, entrare in uno stato meditativo permette di concentrare le proprie energie sul corpo ritrovando nei momenti di crisi la forza - tutta mentale - di andare oltre il nostro corpo. Dimentica i tuoi problemi quotidiani e concentrati sulle sensazioni che il tuo corpo prova, sul tuo respiro, sul battito del tuo cuore, sul suono dei tuoi passi. Oppure ascolta, guarda, senti, assapora quello che l’ambiente attorno a te ti offre e che la vita frenetica di tutti i giorni ci porta a ignorare.

8 - I benefici della corsa

Correre, unito a una dieta equilibrata, aiuta a perdere peso ma non solo. Gli sport di durata e di resistenza sono quelli che più aiutano il rilascio spontaneo delle endorfine. Quindi sono i precursori della sensazioni di euforia e di felicità, da qui la sensazione di dipendenza che la corsa riesce a provocare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport o semplice attività per restare in forma: come approcciarsi alla corsa

ArezzoNotizie è in caricamento