La Farmacia Comunale Trionfo si è certificata e qualificata nell’assistenza a pazienti oncologici

La specializzazione è frutto del percorso di formazione intrapreso dalla dottoressa Cinzia Francini

Una farmacia oncologica per la città di Arezzo. La certificazione è arrivata per la Farmacia Comunale “Trionfo” che si è specializzata e qualificata nell’assistenza ai pazienti oncologici, configurandosi così come un luogo di servizi, consigli, suggerimenti e indicazioni per il loro percorso al di fuori del ricovero ospedaliero. Questo riconoscimento è frutto del corso di formazione intrapreso dalla direttrice della farmacia, la dottoressa Cinzia Francini, che ha frequentato la scuola di Alta Formazione per il Consiglio e l’Assistenza Multidisciplinare al Paziente Deospedalizzato e ha così maturato le competenze professionali per interfacciarsi efficacemente con la complessità delle dinamiche legate alla patologia, con l’obiettivo di fornire un valido supporto per migliorare la condizione di ogni paziente.
Al termine di questo percorso, la “Trionfo” ha ricevuto la certificazione rilasciata da Certiquality di Milano, la targa identificativa della farmacia oncologica da apporre all’esterno e la spilla per rendere immediatamente riconoscibile il farmacista formato sul tema. All’interno della farmacia è stato inoltre allestito un apposito box per garantire riservatezza ai pazienti che potranno fare affidamento su un luogo dove approfondire problematiche legate alla gestione quotidiana della malattia: dall’alimentazione all’integrazione, dalla cura della pelle alla cosmetologia, fino a specifiche preparazioni galeniche. Il servizio sarà disponibile lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00, e sarà prenotabile direttamente in farmacia, contattando lo 0575/910.384, scrivendo su whatsapp al 327/08.92.776 o per email a 2.trionfo@afmarezzo.it.

"La farmacia “Trionfo” - spiega la dottoressa Francini - diventerà un ambiente con professionalità e competenze per il consiglio e l’assistenza ai pazienti deospedalizzati. L’obiettivo è di creare una rete sempre più stretta con i medici curanti, con i medici dell’ospedale e con altri professionisti impegnati in questo settore per garantire una piena e funzionale continuità assistenziale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento