Il chirurgo ginecologo: "Il Covid non si trasmette per via sessuale, ma meglio evitare rapporti con sconosciuti"

Ruggero Pulcinella, ex dirigente medico di Ostetricia e Ginecologia ad Arezzo, sottolinea che "la possibilità di trovare il Covid-19 negli organi sessuali è molto remota ma il rischio di trasmissione attraverso i baci è alta"

"Il coronavirus, pur non essendo un virus che viene trasmesso per via sessuale, ha molte analogie col virus a trasmissione sessuale per eccellenza, l’Aids e determina la necessità di mettere in pratica comportamenti simili per prevenirne il contagio". Ne parla il chirurgo ginecologo Ruggero Pulcinella, che si sofferma su uno dei tanti interrogativi che si pongono in tempi di convivenza con il coronavirus. 

Il chirurgo - come spiega a BolognaToday - sottolinea che "la possibilità di trovare il covid-19 negli organi sessuali è molto remota, solo due lavori scientifici hanno verificato la presenza nelle secrezioni vaginali e nei testicoli - ma - il rischio di trasmissione per via aerea, attraverso le secrezioni salivari e delle vie aeree superiori, oltre naturalmente ai colpi di tosse e agli starnuti, fanno del bacio, di norma preliminare indispensabile a un rapporto sessuale, un veicolo importante di trasmissione del virus". 

Che fare allora per impedire che questo accada? 

"Bisogna intanto precisare che, se le indicazioni basate sulle norme di contenimento e di isolamento per prevenire il contagio da coronavirus stabilite nella Fase 1 sono state correttamente rispettate da entrambi i partner e le norme di igiene e di distanziamento sociale sono state rigorosamente osservate, il sesso, se praticato con partner stabili è sicuro e il bacio è il piacevole e irrinunciabile preliminare di sempre", continua Pulcinella "pertanto vale ciò che viene da sempre raccomandato nella prevenzione dell’Aids: 

- praticare il sesso nell’ambito di una coppia stabile (coniugi, fidanzati, conviventi);

- evitare rapporti sessuali con partner sconosciuti o poco conosciuti o comunque dei quali si ignorano le abitudini sessuali;

- ricordarsi che il profilattico e la contraccezione orale, pur proteggendo dalla trasmissione di malattie sessualmente trasmesse e da gravidanze indesiderate, non difendono dal Covid-19;

- curare attentamente l’igiene personale e la pulizia delle mani prima e dopo un rapporto sessuale aggiungendole alle comuni indicazioni di prevenzione (mascherine e distanziamento sociale) che possono farci diventare a nostra insaputa portatori asintomatici e possibili soggetti infettanti;

- se possibile, e se si appartiene a categorie a rischio, sottoporsi periodicamente a tamponi e ai test sierologici.

Chi è Ruggero Pulcinella

Il dottor Ruggero Pulcinella è ex dirigente medico di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale San Donato e titolare dell'incarico ad alta specializzazione in Chirurgia Endoscopica Ginecologica, professore nella Scuola di specializzazione in ostetricia e ginecologia all'Università di Perugia, visita tra l'Emilia-Romagna e la Toscana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Toscana resta in zona arancione. Due province e un comune entrano in lockdown

  • Chiudono tutte le scuole del comune di Arezzo fino a metà marzo. Si salvano asili nido e materne

  • Coronavirus, Arezzo terza in Italia per la crescita di contagi. In una settimana aumento di oltre l'80 per cento

  • Incidente a Olmo, muore dipendente Ascom. L'associazione: "Non ci sono parole per descrivere il dolore"

  • Coronavirus, balzo dei contagi nell'Aretino: +131. I casi più numerosi tra i ragazzi di età scolare

  • Niente scuola fino al 30 giugno, esami dal 16 e tutti in classe il 6 settembre. Le (possibili) novità

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento